lunedì 20 Settembre 2021 - 06:46
22.8 C
Rome

Città di Castello, dopo le incertezze il centrosinistra candida Secondi

A seguito della riunione dell'Unione Comunale del Partito Democratico si sono incontrate le forze politiche della coalizione

CITTA’ DI CASTELLO – Dopo tanti e molti caso inutili tira e molla, il centrosinistra scioglie la riserva e candida a sindaco l’attuale vice sindaco Luca Secondi. A seguito della riunione dell’Unione Comunale del Partito Democratico si sono incontrate le forze politiche della coalizione al governo della città e quelle che si riconoscono nell’esperienza amministrativa dell’esecutivo comunale. Partito Democratico, Partito Socialista Italiano, La Sinistra per Castello, Italia Viva e Azione hanno deciso di convergere nell’indicazione  dell’attuale vice sindaco. Le elezioni amministrative si svolgeranno il 3 e 4 ottobre 2021.

La frattura  Resta la frattura con una parte della coalizione che invece preferisce scommettere sull’assessore Luciana Bassini. CiviciX di Andrea Fora, il M5S, Castello cambia, La sinistra-Art1, Europa verde e Unione civica tiferò sono andati su questa scelta. Una scelta che pagherà o che rischia di avvantaggiare il centrodestra? Si vedrà anche perchè al momento la candidatura di Bassini non è stata ufficializzata.

Appello di Secondi  “La candidatura a sindaco di Città di Castello da parte del Partito Democratico, del Partito Socialista Italiano, de La Sinistra per Castello, di Italia Viva e di Azione mi onora e mi responsabilizza in un percorso di servizio ai cittadini che ha sempre rispecchiato i valori del Centrosinistra e sono disposto a proseguire da tifernate che ama la propria città. Ringrazio le forze politiche che hanno proposto la mia candidatura in coerenza con il supporto assicurato in questi anni all’amministrazione uscente, come approdo condiviso di un confronto finalizzato a definire una proposta politica nell’interesse della collettività e a individuare una persona che la rispecchiasse e la interpretasse”.

Secondo il candidato a sindaco “senso di appartenenza alla comunità, equità sociale, solidarietà sono principi che ho sempre sostenuto e che sono determinato a rappresentare nelle idee, nei progetti e negli obiettivi per il futuro della città sui quali mi impegnerò da oggi insieme alle forze di centrosinistra che hanno proposto la mia candidatura a sindaco e a quelle che si riconosceranno nei valori e nelle finalità che sapremo esprimere. A questo proposito rivolgo a Luciana Bassini, che negli ultimi anni ha condiviso tutti gli atti e gli obiettivi del governo cittadino senza alcun distinguo, l’invito a un confronto che possa esaminare possibili convergenze nel comune obiettivo di lavorare per i tifernati e unire, nell’ampiezza di vedute e sensibilità che esprime, l’intera area del centrosinistra di Città di Castello”.

Sintesi La candidatura di Secondi sottolineano i partiti di centrosinistra “è la sintesi tra novità della proposta politica, esperienza e competenze che è capace di tenere insieme la più ampia coalizione possibile di Centrosinistra e assicura il pragmatismo amministrativo che può permettere alla comunità di Città di Castello di conseguire obiettivi di crescita e sviluppo nel rispetto dell’equità sociale, ma anche della forte identità tifernate che si esprime nelle professioni, nel volontariato, nei servizi, nella cultura, nello sport”. E nel centrodestra? Ancora tutto in alto mare anche se l’ex consigliere regionale Andrea Ligani Marchesani non molla la presa.

- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

More articles

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

Ultima Ora

Agi