CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Città di Castello, convegno del Coni. Il presidente Ignozza: “lavoriamo a una nuova cultura sportiva”

Sport Altri Extra

Città di Castello, convegno del Coni. Il presidente Ignozza: “lavoriamo a una nuova cultura sportiva”

Alessandro Minestrini
Condividi

CITTÀ DI CASTELLO – La Scuola regionale dello sport dell’Umbria del Coni e l’amministrazione comunale di Città di Castello sono protagonisti del nuovo ciclo di due appuntamenti di aggiornamento dedicati alle società sportive che si è aperto ieri pomeriggio nella residenza municipale con l’incontro sul tema “La responsabilità civile e penale dei dirigenti sportivi”. Le questioni principali riguardanti la correttezza degli atti e la tutela dei rappresentanti dei sodalizi sportivi nella gestione dell’attività stagionale e nell’organizzazione di manifestazioni sono state approfondite dagli avvocati Barbara Agostinis, consulente di Fiscosport e docente di diritto dello sport all’Università di Urbino, e Mario Provvidenza, docente della Scuola regionale dello sport dell’Umbria per l’area giuridico-amministrativa. Una proficua opportunità di confronto che ha permesso di fare chiarezza sui principali aspetti giuridici collegati all’attività sportiva, alla quale hanno portato il proprio contributo il presidente del Coni Umbria Domenico Ignozza, il direttore scientifico della Scuola regionale dello sport Franco Falcinelli e Maria Cristina Dal Bosco, responsabile della redazione di Fiscosport. “Oggi fare il dirigente sportivo non può essere più un hobby o rispondere al puro volontariato – spiegano Ignozza e Falcinelli – chi ha la responsabilità di guidare l’attività di una società ha la necessità di conoscere a fondo le leggi, di essere preparato su tutti gli aspetti gestionali e attraverso appuntamenti come questi di Città di Castello lavoriamo insieme alle istituzioni per costruire una nuova cultura negli addetti ai lavori, attraverso la quale far crescere e tutelare la pratica dello sport in Umbria”. “Nella nostra regione abbiamo una classe di dirigenti e tecnici da fare invidia al resto d’Italia – puntualizza Ignozza – e vogliamo lavorare ancora più a fondo sul miglioramento delle competenze, in un contesto regionale nel quale ci sono già tutte le capacità organizzative per fare sport ad alto livello e gestire eventi di rilievo nazionale e internazionale”. “Ciò di cui abbiamo bisogno è che, con l’ulteriore crescita della cultura sportiva nei dirigenti e nei tecnici, di cui ci facciamo carico in prima persona, cresca anche la sensibilità degli amministratori pubblici, perché la nostra impiantistica, che non ha bisogno di nuove infrastrutture, sia resa ovunque pienamente adeguata alle normative vigenti”. Lunedì 9 maggio, sempre dalle ore 16.00 alle ore 19.00 presso la sala del consiglio comunale della residenza municipale di piazza Gabriotti, si terrà il secondo appuntamento, con il convegno sul tema “La contabilità delle asd: obblighi e responsabilità dei dirigenti sportivi. L’inquadramento dei collaboratori dopo il Jobs Act. le novità contenute nel disegno di legge di stabilità”. Interverranno Stefano Andreani, consulente Fiscosport, dottore commercialista e revisore legale, esperto di fiscalità dello sport e nel settore no profit, e Ruggero Campi, dottore commercialista e presidente regionale dell’Automobile Club d’Italia. La partecipazione ai due convegni è a titolo gratuito e valevole come attività di aggiornamento annuale obbligatorio della FIPAV. Per partecipare al secondo incontro è necessario iscriversi venerdì 6 maggio all’indirizzo di posta elettronica srdsumbria@coni.it. Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi al Coni dell’Umbria, al numero di telefono 075.5009794.