CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Botte, insulti e minacce agli anziani genitori per portargli via i soldi della pensione

EVIDENZA Cronaca e Attualità Alta Umbria Extra

Botte, insulti e minacce agli anziani genitori per portargli via i soldi della pensione

Redazione
Condividi
Volanti della Polizia in azione
Volanti della Polizia in azione

CITTA’ DI CASTELLO – Un costante clima di violenza protrattosi per lungo tempo ha contraddistinto la vita di due coniugi 60enni kosovari residenti a Città di Castello. L’autore delle continue aggressioni fisiche e psicologiche è il figlio di 35 anni, che costringeva i genitori a vivere in un clima di continue tensioni, per estorcere loro somme di denaro di oltre 200 euro a richiesta, provenienti, per di più, dalla pensione di invalidità.

Violenze Non solo minacce, ma anche botte, che hanno costretto i due coniugi a ricorrere alle cure dei sanitari. Proprio pochi giorni fa, dopo il no a una nuova richiesta di soldi, il figlio con un bastone ha costretto la madre a salire in macchina sottraendole il passaporto, il telefono e il libretto postale. Un passante, però, ha visto la scena e ha chiamato il 113. La polizia ha quindi bloccato il 35enne prestando assistenza alla donna e convincendola a sporgere denuncia.

Arresti A quel punto il gip di Perugia alla luce dei reati di maltrattamenti in famiglia, rapina ed estorsione, oltre alla spiccata pericolosità sociale dello soggetto, con diversi precedenti penali, ha emesso nei suoi confronti la misura degli arresti domiciliari, alla quale si è data immediata esecuzione da parte del commissariato di Città di Casello. Dopo pochi giorni, però, l’indagato si è allontanato dal suo domicilio ed è stato quindi denunciato anche per il reato di evasione. A quel punto è scattato l’arresto e il 35enne è stato rinchiuso nel carcere di Capanne.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere