CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Città di Castello, ampliamento Color Glass. Il Comitato Salute Ambiente: “Fermate Conferenza Servizi”

Alta Umbria Extra

Città di Castello, ampliamento Color Glass. Il Comitato Salute Ambiente: “Fermate Conferenza Servizi”

Redazione
Condividi

Comitato Salute Ambiente

CITTA’ DI CASTELLO – Di seguito si riporta la nota stampa del Comitato Salute Ambiente riguardo la vicenda di ampliamento della Color Glass, azienda di Trestina.

La nota  “Da tempo non si vedevano assemblee tanto partecipate come quella indetta dal Comitato ieri sera a Trestina, evidentemente le questioni ambientali come quelle dello smaltimento dei rifiuti a Calzolaro o della Colorglass, destano preoccupazione e interesse da parte di popolazioni che esigono chiarezza estrema, sulla proprietà, sui conferimenti, sui processi di produzione e di smaltimento, sui rischi ambientali e per la salute delle persone. Nella sala strapiena al Cva di Trestina si sono alternati gli interventi degli esponenti del Comitato, di tanti cittadini e di consiglieri comunali di Città di Castello e di Umbertide. Luciano Neri ha affermato che “è un assurdo trasformare in una discarica a cielo aperto un territorio come quello di Trestina e dell’Altotevere sud, una delle realtà un tempo più dinamiche e socialmente attiva, oggi ridotta ad area depressa nella quale le imprese chiudono, i giovani emigrano e le uniche attività che vengono aperte sono quelle a forte impatto inquinante ed a inesistente tasso occupazionale”. “Come può non destare preoccupazione – ha affermato Luciano Neri – l’attività di un’impresa che ha la sede legale a Trento, che prende i rifiuti a Ferrara e che li smaltisce a Trestina? La richiesta della popolazione non è solo legittima, ma doverosa”. L’ingegnere Leonardo Truscello ha illustrato le dinamiche ed i rischi di determinate produzioni, i rischi descritti dalla letteratura scientifica rispetto al trattamento e alla emissione di determinate sostanze e le buone pratiche che devono essere messe in atto nel trattamento di rifiuti come quelli trattati a Trestina. Nel suo intervento il consigliere comunale di Città di Castello Vincenzo Bucci, ha informato i presenti sull’iniziativa attivata con la convocazione della commissione assetto del territorio la quale, per quanto riguarda la ditta Colorglass, ha deliberato di avviare una fase conoscitiva caratterizzata dal coinvolgimento della popolazione di Trestina e della zona sud. Sulla scorta di questa scelta i partecipanti hanno deliberato di dare avvio ad una raccolta di firme per chiedere “…che la conferenza dei servizi convocata per domani ( giovedì 28 settembre) alla Regione su ColorGlass non si tenga o che, in subordine, non deliberi alcunchè prima della conclusione dell’iter conoscitivo e partecipativo avviato con le popolazioni di Trestina e dell’Altotevere sud”. Le firme raccolte saranno consegnate agli esponenti del Comune che parteciperanno giovedì alla Conferenza in Regione. Sulla conferenza dei servizi gli esponenti del Comitato Salute Ambiente hanno ribadito la loro posizione: “convocata in queste forme- hanno detto – non è una procedura amministrativa ma diventa una truffa legalizzata attraverso la quale gli assessori ed i politici portano avanti scelte vergognose saltando tutte le autorizzazioni, scaricandone le responsabilità sui tecnici e senza lasciare impronte digitali sulla ‘scena del crimine’. E’ stata evidenziata e stigmatizzata l’assenza degli assessori comunali Bettarelli e Secondi, di quello regionale Cecchini e dei consiglieri comunali Domenichini e Marchetti. Esponenti politici della zona che pur invitati non si sono presentati. “Evidentemente chi è abituato a chiedere voti facendo false promesse fa difficoltà a spiegare perché appoggia, con la propria attività o con il proprio silenzio, scelte ambientalmente e socialmente sbagliate e pericolose, per il territorio e per le perone che lo abitano. Ma non potranno scappare all’infinito dalle loro responsabilità”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere