venerdì 2 Dicembre 2022 - 17:19
8.4 C
Rome
- Pubblicità -spot_img
spot_img

Città di Castello, aggressione alla sagra del castrato: giovanissimi con coltelli e tirapugni

Un agguato in piena regola, compiuto da giovanissimi (nati fra il 2001 ed il 2004) verso altri coetanei. Nove perquisizioni

CITTA’ DI CASTELLO – Un agguato in piena regola, compiuto da giovanissimi (nati fra il 2001 ed il 2004) verso altri coetanei, alla sagra del castrato di Promano di Città di Castello. Nove perquisizioni sono state effettuale dalla Polizia di Perugia, che hanno portato a trovare una gran quantità di coltelli e anche un tirapugno in metallo.

La vicenda

Secondo quanto racconta la Procura, tutto parte da una testata rifilata da un diciottenne ad un ventenne sulla pista da ballo. Una volta trasportato nel parcheggio, è scattata l’aggressione. Scrive la Procura: “II ventenne, infatti, dopo essere stato accerchiato da un gruppo di circa 30 ragazzi, era stato violentemente percosso dagli indagati con pugni e calci al volto e al corpo che gli avevano provocato delle gravi lesioni, refertate con 35 giorni di prognosi. Gli amici erano poi intervenuti in suo soccorso riuscendo, non senza difficoltà, a sottrarlo alla violenza del gruppo ed a portarlo via, evitando peggiori conseguenze”.

Minacciato con coltello

Una delle vittime, nel tentativo di aiutare l’amico, era stato minacciato con un coltello dagli indagati. Dunque si è trattato di una spedizione punitiva. Scrive ancora la Procura: “Il diciottenne infatti, dopo aver percosso la vittima sulla pista da ballo, aveva chiamato a raccolta nel parcheggio – mediante l’utilizzo dei social network – altri coetanei per dare una ‘lezione’ alla vittima. La pericolosità dei nove ragazzi – già noti agli agenti del commissariato -, la gravità dei fatti e il sospetto che potessero nascondere all’interno delle abitazioni alcune armi, ha indotto la procura ad emettere nove decreti di perquisizione”!.

Il personale del commissariato di Città di Castello ha trovato e sequestrato dodici coltelli – tra i quali quello utilizzato nella serata dell’aggressione -, un grosso pugnale, un tirapugni in metallo, due grinder e un bilancino di precisione. A casa del diciottenne che per gli inquirenti ha dato il via all’aggressione, è stato rinvenuto un involucro contenente hashish. Sono in corso ulteriori indagini per ricostruire i motivi che hanno originato il violento scontro.

- Pubblicità -spot_img

More articles

Ultime Notizie

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

Ultima Ora

[hungryfeed url="http://www.agi.it/cronaca/rss" feed_fields="title" item_fields="title,date" link_item_title="0" max_items="10" date_format="H:i" template="1"]