CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Città della Pieve, cresce l’attesa per la Sfida con gli archi e il corteo storico

Eventi Cultura e Spettacolo Alta Umbria Extra Città

Città della Pieve, cresce l’attesa per la Sfida con gli archi e il corteo storico

Redazione cultura
Condividi

foto ufficio stampa Palio dei Terzieri

CITTA’ DELLA PIEVE – Centro storico di Città della Pieve gremito lo scorso 15 agosto per l’intensa giornata che ha visto Casalino, Borgo Dentro e Castello impegnati nel Lancio della Sfida nell’ambito della rievocazione storica del Palio dei Terzieri. Ferragosto si è consumato, come di consueto, tra sfottò, scherzi, provocazioni, atteggiamenti, urla, coreografie, schermaglie con banditori, rappresentanze, popolani e tamburi ad accompagnare ed esaltare il momento solenne.

A precedere la disfida nel Duomo si è tenuta la rigorosa cerimonia della Benedizione degli Archi, rito che sottolinea (e rinnova) ogni anno il legame religioso tra la manifestazione e la città. I terzieri ricevono in questa circostanza, come da tradizione, l’ammonimento del Vescovo a competere lealmente. Quest’anno a celebrare la cerimonia è stato da Don Aldo Gattobigio parroco del comune umbro al suo cinquantesimo anniversario di sacerdozio. Un modo, questo, anche per festeggiare una ricorrenza speciale e manifestare l’affetto da parte di tutta la comunità.

Da sottolineare un particolare speciale di questa edizione – si legge in una nota – caratterizzata anche dalle nuove norme sulla sicurezza che hanno richiesto interventi in tempi record al campo sportivo dove si svolge il Palio. “Lavori che – ricorda sempre il sindaco Fausto Scricciolo stiamo svolgendo grazie all’opera volontaria di 10 imprese pievesi. Questo è l’amore che la città ha per il Palio”. E proprio Scricciolo, in qualità di sindaco e presidente dell’Ente Palio, ha vestito (anche questa una tradizione) gli abiti del Podestà durante il lancio della sfida.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere