CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Choc a Gubbio: cinque croci coi nomi di dirigenti e dipendenti del club lungo la Pian d’Assino

Calcio Alta Umbria Sport Città

Choc a Gubbio: cinque croci coi nomi di dirigenti e dipendenti del club lungo la Pian d’Assino

Redazione sportiva
Condividi

GUBBIO – Mattinata con sorpresa molto negativa per la dirigenza del Gubbio calcio: cinque croci con i nomi di dirigenti e dipendenti del Gubbio sono state fissate sul ponte della variante della SS 218 Pian d’Assino, appena fuori la città. Il presidente Notari, il direttore generale Pannacci, il team manager Ramacci, il responsabile del settore giovanile Mariotti, l’addetto stampa Francioni sono da qualche giorno nel mirino della contestazione che mai però era arrivata a tanto. Il gesto di ignoti ha avuto come conseguenza la denuncia alle forze dell’ordine. I carabinieri hanno già avviato le indagini del caso.

Lega Pro Condanna della Lega Pro per il rinvenimento di alcune croci a Gubbio contro i dirigenti del club. “Vergogna – dichiara Francesco Ghirelli, Presidente Lega Pro e fra l’altro nativo proprio di Gubbio – è un gesto pieno di odio che rende il calcio un luogo inaccettabile. Mi auguro che le Forze dell’Ordine assicurino questi delinquenti al procedimento penale che meritano. Non c’è giustificazione alcuna. Il malcontento per l’andamento della squadra? Un’azione errata della dirigenza? No, quelle croci vi condannano senza se e senza ma. Con voi delinquenti il calcio non ha legami. Siete banditi e una citta’ nobile come Gubbio non ha con voi alcun legame. Vergognatevi!”.

Il Gubbio non è sceso in campo ieri contro il Cesena per via dei casi Covid nel club romagnolo e si trova poco sopra la zona playout, con 26 punti. In questi giorni è arrivato in prova il portiere Paolo Savelloni, visto il lungo infortunio, secondo stagionale di Tommaso Cucchietti.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere