CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Celli-gol, la Ternana espugna Bisceglie e torna a sorridere

Calcio EVIDENZA Terni Sport Extra

Celli-gol, la Ternana espugna Bisceglie e torna a sorridere

Redazione
Condividi

BISCEGLIE (3-5-2): Casadei; Zigrossi (20’st Turi), Hristov, Piccinni; Cardamone, Zibert (20’st Ebagua), Wimots (37’st Dellino), Ferrante C. (8’st Manicone), Abonckelet; Gatto, Longo (20’st Camporeale). A disp.: Borghetto, Tarantino, Mastrippolito, Rafetraniaina,  Montero,  Spedaliere, Murolo. All.: Pochesci.
TERNANA (3-5-2): Tozzo; Celli, Suagher, Russo; Parodi, Paghera, Palumbo (37’st Damian), Salzano, Mammarella (32’st Mucciante); Marilungo (32’st Torromino), Partipilo (20’st Ferrante A). A disp. Iannarilli, Marcone, Nesta,  Furlan, Torromino, Niosi, Onesti, Vantaggiato. All.:Gallo
ARBITRO: Perenzoni di Rovereto (assistenti: Marnetti-Lazzaroni)
MARCATORI: 24’st Celli
NOTE: Giornata caldissima, terreno di gioco in buone condizioni. Spettatori 2000 circa dei quali 150 da Terni. Ammoniti: Abonckelet (B), Russo (T), Palumbo (T), Ebagua (B), Paghera (T). Calci d’angolo: 0-4 Recupero: 2′ pt 3’st

BISCEGLIE -Batsa un gol, bellissimo, di Celli alla Ternana per espugnare lo stadio Ventura di Bisceglie e tornare al successo, lasciandosi alle spalle la sconfitta di Bari: finisce 1-0.

Le scelte. Grosse sorprese in casa rossoverde. In porta, forse anche visto il prossimo turno infrasettimanale, Tozzo al posto di Iannarilli, che debutta in campionato (seconda presenza stagionale dopo la coppa a Rieti). Gallo si posiziona a specchio rispetto a Pochesci e sceglie il 3-5-2 con Celli nel trio di difesa, con Parodi e Mammarella esterni alti. Davanti Marilungo con Partipilo. Pochesci sceglie Hristov per Turi in difesa, il figlio d’arte Wilmots in mediana, con lo spostamento di Abonckelet esterno e l’uscita del malgascio Rafetraniaina.

Primo tempo. Ternana subito arrembante, prima occasione al 5′: con Celli che lancia  Mammarella, cross per Marilungo e l’attaccante marchigiano che di testa manda alto di pochissimo. Il pressing rossoverde schiaccia il Bisceglie nella sua metà campo e al minuto 8 ecco l’altra occasione: corner di Paghera con Salzano che da due passi non riesce a girare in rete. Il Bisceglie prende lentamente campo e al 20′ si guadagna una punizione che Gatto sceglie di giocare lunga, Zigrossi si smarca ma non riesce a tirare e va giù in area, con l’arbitro che non fischia.

Proprio Zigrossi ‘buca’ su Celli che va via sulla fascia e da posizione angolata prende la mira e batte Casadei per il vantaggio rossoverde. Reazione dei pugliesi con Abonckelet che costringe Tozzo alla parata d’istinto. Riparte la Ternana, con un contropiede di Partipilo, che però arriva al tiro non coordinato e così Casadei para facile. Ancora l’ex di turno al tiro al 42′, ma è molto lontano e così la palla arriva smorzata al portiere locale.

Secondo tempo. Riparte lancia in resta la Ternana e al 7′ è di nuovo pericolosa: angolo di Mammarella e palla in mezzo che nessuno riesce a girare in rete. Pochesci rinforza l’attacco con l’ingresso dell’altro figlio d’arte Carlo Manicone al posto del baby Claudio Ferrante (2001). Subito dopo occasione per i nerazzurri con Zibert che non impegna Tozzo. La Ternana avanza, doppia occasione al 17′: prima con Paghera che da buona posizione ha cercato l’assist invece di tirare in porta, poi l’azione prosegue con un cross di Parodi liberato dalla difesa. Poi Gallo si gioca la carta Ferrante (per Partipilo) mentre nella girandola di cambi biscegliesi entra anche Ebagua, bestia nera rossoverde.

Al 27′ nuova occasione per le Fere con Palumbo, dalla distanza, che spedisce la palla a lato di pochissimo. Gallo inserisce Mucciante e Torromino: l’abruzzese è all’esordio in campionato. Il successivo ingresso di Damian e la conclusione di Gatto a lato sono l’ultima emozione del match.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere