CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Castello, crollo al Duomo. Il sindaco: “Prima la sicurezza dei cittadini”

Cronaca e Attualità Alta Umbria Città

Castello, crollo al Duomo. Il sindaco: “Prima la sicurezza dei cittadini”

Redazione
Condividi

CITTA’ DI CASTELLO – “C’è stato un primo intervento di messa in sicurezza con il transennamento dell’area interessata, un intervento altrettanto importante della Soprintendenza Archeologica Belle Arti e Paesaggio dell’Umbria, dei Vigili del Fuoco, dei Vigili Urbani, dei Carabinieri del Nucleo Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Perugia, della Compagnia e Stazione di Città di Castello, dei nostri dirigenti, tecnici comunali e protezione civile che stanno affiancando le autorità ecclesiastiche e la curia proprietaria della cattedrale”: è quanto dichiarato dal sindaco Luciano Bacchetta al termine di un incontro con il maggiore Guido Barbieri, comandante del Nucleo Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale di Perugia.
Fatto da non sottovalutare “Oggi possiamo dire che è andata bene – ha continuato Bacchetta -, non ci sono stati danni a persone, ma è un fatto che non va assolutamente sottovalutato e per quanto di nostra competenza, pur non essendo proprietari del bene, faremo tutto quello che ci compete per garantire la sicurezza dei cittadini e limitare al minimo possibile il disagio a residenti e titolari di attività economico-commerciali che insistono in quell’area di centro storico ora transennata. Sul piano degli interventi futuri non siamo noi il soggetto istituzionale interessato a predisporli ma credo che ci sarà un primo intervento dell’emergenza che sarà messo in atto dalla Soprintendenza a cui ne seguirà un altro strutturale da parte delle autorità ecclesiastiche”.
Il grazie a nome della città Nel corso dell’incontro, il primo cittadino ha “rinnovato gratitudine per la celerità e competenza degli interventi da parte di tutte le forze dell’ordine e soggetti competenti, fin dai primi momenti in cui, sabato scorso poco dopo le ore 21 si è verificata la caduta di alcune porzioni, circa 20 metri quadrati, di pietra arenaria del rivestimento del Duomo di Città di Castello”.
Al via gli interventi Al vertice ha partecipato anche l’ingegner Stefano Torrini dirigente del settore Lavori Pubblici che in mattinata ha partecipato ad un primo sopralluogo sull’area interessata dal crollo assieme ai dirigenti della Soprintendenza e alla ditta che è stata individuata sia dalla soprintendenza che dalle autorità ecclesiastiche. “Per quanto di nostra competenza – ha detto Torrini – cercheremo di rendere lo spazio fruibile nel rispetto assoluto della sicurezza. Già da oggi pomeriggio saranno attivi i primi interventi da parte della Soprintendenza tramite una somma urgenza che deve mettere in sicurezza l’area al fine di consentire l’inizio dei lavori. Dai prossimi giorni potremo vedere qualche sviluppo nuovo e capire in che tempi e termini proseguiranno gli interventi e consentire al comune di sospendere gli effetti dell’ordinanza che inibisce il transito e sosta veicolare e pedonale sull’area transennata”. Nel frattempo da questa mattina è stato ripristinato l’accesso agli uffici comunali tramite l’ascensore di via del Modello oltre all’ingresso principale in Piazza Gabriotti.
Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere