CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Caso Gnahorè-Ternana: a sorpresa la Corte d’Appello rimanda la decisione sul ricorso

Calcio Perugia Terni Sport

Caso Gnahorè-Ternana: a sorpresa la Corte d’Appello rimanda la decisione sul ricorso

Redazione sportiva
Condividi

Palumbo in contrasto su Gnahore (foto Roberto Settonce)

ROMA – Questione infinita. La  Corte Sportiva d’Appello ha demandato ad un’altra riunione il ricorso presentato dalla Ternana per quello che la società rossoverde reputava un irregolare tesseramento del giocatore Gnahorè da parte del Perugia. Decisione riservata, dunque, altro giro e altra corsa. Il ricorso era partito dopo  la decisione adottata dal Giudice Sportivo di non accogliere il reclamo del club rossoverde per l’impiego nel derby del calciatore ex Napoli.

La Ternana contesta il fatto che nel passare dal Carpi al Crotone al Perugia, il giocatore avesse effettuato un trasferimento in più rispetto rispetto al consentito, considerando anche i passaggi al Napoli, proprietario del suo cartellino. Secondo le nomative federali infatti: “Nella stessa stagione sportiva un calciatore professionista può tesserarsi, sia a titolo definitivo che a titolo temporaneo, per un massimo di tre diverse società appartenenti alle Leghe, ma potrà giocare in gare ufficiali di prima squadra solo per due delle suddette società”. Per la Ternana, i passaggi al Napoli sono da considerarsi trasferimenti a tutti gli effetti ma il giudice sportivo aveva hanno ritenuto la tesi infondata in quanto il trasferimento è avvenuto entro le 24 ore e dunque si è trattato solo di un passaggio tecnico.

 Il ricorso presentato dalla Ternana si fonda sul fatto di ritenere che “sono state utilizzate norme mai recepite nel nostro ordinamento sportivo e pareri Fifa mai divenuti norme”, contestando il visto di esecutività.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere