CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Casartigiani Terni, appello alla Regione su polo universitario e Isrim

Cronaca e Attualità

Casartigiani Terni, appello alla Regione su polo universitario e Isrim

Andrea Giuli
Condividi

TERNI – Il presidente di Casartigiani Terni, Ivano Emili, suona la carica sulle annose, tribolate questioni dell’Università ternana: “Mentre c’è chi sguazza tra le polemiche, l’Università a Terni è ferma nel pantano. Ormai ciclicamente si assiste alle grida di allarme sul rischio di un ulteriore depotenziamento e alle successive rassicurazioni da parte dell’Ateneo. In tutto questo però ci si dimentica di come oggi il Polo scientifico e didattico di Terni, di fatto, sia privo di qualsiasi potere decisionale e gestionale. Non c’è un regolamento, non ci sono deleghe, non c’è nessun tipo di autonomia neanche per la presentazione di progetti per accedere a finanziamenti. Come associazione riteniamo prioritario che il Polo di Terni riacquisisca quell’autonomia decisionale necessaria per legare in maniera sempre più stretta l’Università al territorio e al sistema produttivo locale, facendo sistema con le Pmi che vogliono investire in ricerca e innovazione e che Casartigiani vuole sostenere”.

Dall’associazione anche un appello alla Regione affinché torni ad accendere una “luce” sulla vicenda dimenticata dell’Isrim. “Il centro congressi, i laboratori, gli uffici – dice Emili – sono stati abbandonati mentre la Regione potrebbe riappropriarsene per concederli in utilizzo all’Università. Gli stessi macchinari di proprietà della Regione, che sono nella sede di Pentima e che non rientrano nella procedura fallimentare in corso, potrebbero essere riattivati e utilizzati dal Polo di Terni e attraverso esso anche da quelle aziende che vogliono puntare su ricerca e innovazione”.

Tags:
Andrea Giuli
Andrea Giuli

Redattore

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere