CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Casa Ancarano, pubblico ministero modifica capo d’imputazione

Cronaca e Attualità Foligno Spoleto Extra EVIDENZA2 Città

Casa Ancarano, pubblico ministero modifica capo d’imputazione

Redazione
Condividi

NORCIA – Si è aperto al tribunale di Spoleto il processo relativo alle presunte irregolarità compiute nella realizzazione del centro polivalente “Casa Ancarano” nel quale sono imputati il sindaco di Norcia, Nicola Alemanno, il presidente della Pro loco della frazione, Venanzo Santucci e il direttore dei lavori, Riccardo Tacconi.

Modifica capo d’imputazione Il pubblico ministero ha modificato il capo di imputazione contestando oltre all’ abuso edilizio, per il ricorso alle procedure dell’ emergenza-urgenza post sisma, anche il mancato rispetto del vincolo paesaggistico e la mancata autorizzazione a costruire da parte dell’ Ente Parco dei Monti Sibillini. Il processo è stato quindi rinviato al 23 ottobre.

Centro Boeri Il 10 luglio, invece, saranno i giudici della Cassazione a doversi pronunciare su un fatto analogo, che però vede chiamato in causa il Centro Boeri, il centro polivalente di Norcia, realizzato dall’ archistar Stefano Boeri, indagato assieme al sindaco Alemanno. Anche in questo caso l’ accusa è di abuso edilizio e violazione delle norme paesaggistiche. La Cassazione dovrà pronunciarsi sulla richiesta di dissequestro.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere