CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Caos-calcio, si ritorna indietro: Consiglio di Stato annulla il Tar, la B resta a 19. La Ternana: “Noi andiamo avanti”

Calcio EVIDENZA Terni Sport Extra

Caos-calcio, si ritorna indietro: Consiglio di Stato annulla il Tar, la B resta a 19. La Ternana: “Noi andiamo avanti”

Redazione sportiva
Condividi

TERNI- Come al gioco dell’oca. Si ripassa dal via, senza però incassare denaro. La sentenza del consiglio di Stato sul ricorso presentato dalla Lega di serie B contro la Figc e contro la decisione del Tar che aveva sospeso l’ordinanza del commissario Fabbricini che aveva consentito il varo del campionato cadetto a 19 squadre è arrivata. E clamorosamente, è favorevole al presidente Mauro Balata.

Sospensiva annullata,  torna effettiva la serie B a 19 squadre, se ne riparlerà in camera di Consiglio il prossimo 15 novembre. Intanto peró, tornano in vigore tutti quei provvedimenti che il Tar aveva sospeso solo pochi giorni fa, a cominciare dal provvedimento con cui il 13 agosto l’allora commissario Fabbricini bloccò i ripescaggi.

Motivazioni. Nelle motivazioni si capisce l’intenzione, completamente contraria a quella del Tar, di voler far andare avanti così un torneo in stato avanzato. L’organo rileva che “non appare sussistere un sufficiente fumus boni iuris in merito all’effettivo superamento – da parte del Commissario Straordinario della F.I.G.C. nell’adozione degli atti impugnati – dei limiti della delega conferitagli” e torna in ballo il concetto di interesse prevalente: per il Consiglio di Stato prevale “quello generale alla sicurezza e garanzia del regolare ulteriore svolgimento dei campionati ormai già in corso allo stato permane prevalente, anche per la sua ora accentuata caratterizzazione”. Con la nona giornata in corso di svolgimento, per i giudici amministrativi di secondo grado “appaiono sussistere i presupposti di estrema gravità ed urgenza, tale da non consentire neppure la dilazione fino alla data della camera di consiglio”.

Ora sarà il Consiglio Federale della Figc convocato per il 30 ottobre a decidere e – in teoria, almeno – dovrebbe scrivere finalmente la parola fine. A meno che non si decida di aspettare metà novembre. Coi tempi che si allungano ancora e la B che per la Ternana si allontana

Ranucci: avanti. La Ternana dal canto suo andrà avanti coi ricorsi: lo ha annunciato il presidente Ranucci ospite al Tg di Teleterni: “Da parte nostra  non abbiamo intenzione di essere presi a schiaffi in questo modo”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere