CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Cantine Aperte, finalmente l’edizione 2O16: sabato e domenica l’appuntamento

Cultura e Spettacolo

Cantine Aperte, finalmente l’edizione 2O16: sabato e domenica l’appuntamento

Redazione
Condividi

PERUGIA – Sabato e domenica maggio al via Cantine Aperte in Umbria, l’appuntamento organizzato dal Movimento Turismo del Vino della regione. Cantina per cantina, ecco tutte le iniziative che offrono le 57 aziende umbre per trascorrere, tra degustazioni, visite, concerti, animazioni per grandi e per piccoli, un fine settimana di gusto. Tra i partner dell’evento AIRC, Associazione Italiana Ricerca contro il Cancro, per cui, acquistando il calice ufficiale di Cantine Aperte 2016, si potrà contribuire alla ricerca contro il cancro, l’Associazione Regionale Strade del Vino e dell’Olio dell’Umbria e la Strada dell’Olio Extravergine Dop Umbria, con la quale si rinnova il “matrimonio di gusto” che vede ancora per il 2016 Cantine Aperte e Frantoi Aperti insieme. Ancora, Squisy, che come ogni anno firma l’Enometro, il misuratore di degustazioni a favore di un bere più consapevole e attento, BeWell, Fabbrica di cioccolato Perugia, che con il suo cioccolato crudo sarà presente in alcune cantine del territorio, Gruppo Giustozzi (concessionario Audi, Porche, Volkswagen e Skoda) con postazioni di auto selezionate tra i vari marchi. Ritorna anche l’ormai consolidata partnership con Granart – L’arte del Pane, fornitore ufficiale di snack salati di qualità. “Un ringraziamento particolare va anche a BCC di Spello e alla Camera di Commercio di Perugia che da anni sostengono tutte le iniziative del Movimento Turismo del Vino dell’Umbria. Linteresse del pubblico e degli appassionati di vino ricordiamo che Cantine Aperte è un marchio di proprietà del Movimento Turismo del Vino, registrato e protetto giuridicamente per contrastarne qualunque abuso/imitazione e garantire ai consumatori qualità e professionalità nellaccoglienza – concludono gli organizzatori – tratti distintivi delle cantine MTV, per cui invitiamo i visitatori di Cantine Aperte a voler individuare le vere Cantine Aperte, diffidando da quelle che non sono socie del Movimento e che non possono garantire la qualità dellaccoglienza”.