CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Cantieri Perugia-Ancona, i sindacati attaccano: “Riprendano i lavori”

Cronaca e Attualità Alta Umbria Extra EVIDENZA2

Cantieri Perugia-Ancona, i sindacati attaccano: “Riprendano i lavori”

Redazione
Condividi

Un tratto della Perugia-Ancona

PERUGIA – “I lavori sulla Perugia-Ancona debbono assolutamente riprendere”. Cgil, Cisl e Uil intervengono sulla casi della Astaldi che rischia di mettere al tappeto un settore strategico: quello delle infrastrutture. Cgil a livello nazionale ha già chiesto l’attivazione di un tavolo al governo e ora i sindacati pressano anche la Regione affinché si attivi dato che l’Umbria “più di altre soffre di un gap infrastrutturale notevole e – scrivono – non possiamo trovarci di fronte all’ennesima opera pubblica incompiuta, tanto più che il comparto edile deve essere assolutamente rilanciato visto il ruolo centrale che svolge da un punto di vista occupazionale. I sindacati promettono di mettere in campo tutte le iniziative necessarie anche di mobilitazione affinché i lavori riprendano in tempi brevi e certi.

Stop Attualmente i lavori per il completamento della Perugia-Ancona sono bloccati dato che vanno finiti gli ultimi 2-3 km al confine con le Marche dove alcune aziende umbre impegnate nella posa dell’asfalto hanno dovuto interrompere i lavori per una cronica carenza di risorse. Da terminare anche la galleria di Casacastalda, attualmente non utilizzabile nei due sensi di marcia. Nei giorni scorsi il consiglio regionale umbro ha approvato all’unanimità una mozione in cui si chiede alla giunta di “porre in essere tutte le azioni di propria competenza, insieme alla Regione Marche, comprese le escussioni delle fideiussioni, intervenendo presso governo, Anas e Quadrilatero, al fine di garantire la ripresa dei lavori nei cantieri, tutelando imprese e lavoratori”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere