CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Cantagiro Umbria 2016: vince Aurora Tetto, l’orvietana Martina Maggi ad Area Sanremo

Eventi Cultura e Spettacolo

Cantagiro Umbria 2016: vince Aurora Tetto, l’orvietana Martina Maggi ad Area Sanremo

Redazione cultura
Condividi

Aurora Tetto, vincitrice assoluta

PONTE SAN GIOVANNI – Anfiteatro Bellini pieno e pubblico entusiasta. L‘edizione 2016 del Cantagiro Umbria ha promosso un nutrito gruppo di artisti alla fase nazionale, in programma dal 2 al 9 ottobre  (FR) e assegnato un posto per Area Sanremo, il laboratorio che selezionerà due artisti per il prossimo Festival di Sanremo sezione Giovani.  Ponte San Giovanni, orfano da tempo di rassegne musicali (due anni fa chiuse Saremo al Centro, che pure aveva riscosso un enorme successo) ha accolto a braccia aperte la carovana del concorso musicale che dal 1962 sforna talenti. Una decina d’anni fa Enzo De Carlo ne ha rilevato lo storico marchio, rilanciandolo e oggi il Cantagiro è più brillante che mai. In Umbria la rassegna ha toccato  Spina di Campello, Narni, Spoleto, Montefalco e Giove prima appunto della finale ponteggiana. Che ha visto in giuria, ma anche in qualità di ospiti, la grande Iskra Menarini, per 24 anni corista di Lucio Dalla e cantante di lungo corso e il cantautore Mauro Di Maggio. Sul palco anche la band dei Crystal Flowers, con la loro musica anni 60 e 70, Rosella Pomanti, semifinalista nazionale del concorso e la scorsa vincitrice del Cantagiro Umbria Cinzia Sabatini. Lo spettacolo era iniziato dal pomeriggio con la sfilata delle auto d’epoca del gruppo Cuae di Terni e C.a.m.e.p di Perugia, per le vie di Ponte San Giovanni e con la presenza delle Cantagirine che hanno riportato sul palco l’atmosfera anni ’60-’70.

Al tavolo dei giurati anche  Elvino Echeoni, direttore generale del Cantagiro; Lorenzo Echeoni, direttore marketing della rassegna ed editore di Duerighe; Marco Finelli, direttore di Retesole; Lorenzo Lotito, giornalista della stessa tv ma anche autore e critico musicale, Roberto Nelli, manager e produttore musicale; Sergio Menghini, direttore artistico di Radio Subasio, l’autore televisivo Daniele Giacchetta e il giornalista de La Notizia Quotidiana e collaboratore di Avvenire Emanuele Lombardini. Anfitrione e direttore artistico per l’Umbria il giornalista di Radio Galileo e cantautore narnese Alessandro Cavalieri.

VINCITORI – Nella categoria baby successo per la gualdese Maria Sole Fazi, 10 anni con una ottima interpretazione di “I have nothing” di Withney Houston; fra gli Junior si impone il duo Rachele Cesaretti e Gloria Ercoli (12 e 11 anni), di Ronciglione (VT) che si sono esibite in “Marvin Gaye”, di Charlie Puth e Meghan Trainor.  Vincitrice assoluta dell’edizione umbra invece Aurora Tetto, 15 anni di Forano (RI), che ha colpito nella sua interpretazione di “Listen” di Beyoncè. La giovane età non le consente però di accedere ad Area Sanremo, dove approda la seconda classificata, arrivata ad una manciata di punti da lei, l’orvietana Martina Maggi che ha cantato “My immortal” degli Evanescence.

Tutti questi accedono alle semifinali nazionali insieme agli altri proclamati ieri ovvero  Aurora Passeri (Gualdo Tadino) per i baby; Aurora Sciaboletta (Montecastrilli) e Irene Massani (Amelia) per i Junior; Giorgio Fantozzi (Tarano, RI) e Giacomo Lucci (Amelia) per i cantautori; e per la categoria interpreti Valeria Romani (Terni), Lorenzo Postiglione (Fabrica di Roma, VT), Martina Marchetti (Terni), Giulia Ciliani (Terni), Filippo Foni (Città di Castello), Deborah Romani (Castel Ritaldi), Giorgio Picciolini (Gubbio),  Asia Latini (Terni), Adele Maria Polzonetti (Narni) e Beatrice Mostarda (Terni).

A questi si aggiungono quelli amessi nelle precedenti sere: Mariangela Napa di Terni e Fabio Chiodi, Matilde Ricci e Francesca Boccoli, di Narni per la categoria baby; Lisa Pietrini, in arte Lisa Celeste, rappresentante della categoria Lirico-Pop e Flaminia Pannone, cantautrice di Napoli.

 A margine della serata – ma parte integrante della stessa – c’è stata una dimostrazione dell’associazione “Libertas Margot”, impegnata nella lotta contro ogni violenza di genere e contro ogni forma di discriminazione,. I volontari dell’Associazione Margot hanno mostrato come è possibile, uscire da una situazione di pericolo o da una probabile aggressione senza l’utilizzo della forza e della violenza ed essendo inferiori fisicamente.

Infine, per alcuni di questi artisti ospiti al Cantagiro potrebbe presto esserci una passerella importante: Roberto Nelli sta infatti organizzando uno show a scopo benefico da tenersi nelle zone colpite dal recente sisma a cui lui è molto vicino (era fra coloro che hanno portato artisti alla sagra della Amatriciana) e ha annunciato durante la serata di ieri che chiamerà ad esibirsi alcuni cantanti visti nel corso delle serate umbre.

LE VIDEO INTERVISTE A ISKRA MENARINI, MAURO DI MAGGIO E ALESSANDRO CAVALIERI

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere