CARICAMENTO

Scrivi per cercare

“Candidati paracadutati”: il comitato “+ Europa Terni” si scioglie, nasce associazione

Terni Politica Extra

“Candidati paracadutati”: il comitato “+ Europa Terni” si scioglie, nasce associazione

Redazione politica
Condividi

TERNI – Nuovo scossone nei comitati a sostegno della lista “+Europa con Emma Bonino”. Dopo l’uscita di scena dei Radicali Perugia, a seguito della compilazione delle liste di candidati con personaggi non rappresentativi del territorio – fra l’altro è di ieri la presentazione ufficiale – anche il comitato ternano si dissocia, sciogliendosi e trasformandosi in una nuova associazione liberaldemocratica. Questo il comunicato:

“Le modalità di selezione delle candidature nei collegi dell’Umbria per la Lista “+Europa con Emma Bonino” e la successiva presentazione di candidati “paracadutati” da Roma che non esprimono affatto le proposte del territorio, hanno determinato, in linea con quanto già annunciato dai Radicali di Perugia, lo scioglimento del Comitato di Terni a sostegno della Lista. I promotori e i volontari dello sciolto Comitato hanno, pertanto, deciso di trasferire l’impegno comune profuso in questi mesi  costituendo l’Associazione “Cittadini Liberi”  che ha come finalità principale quella di organizzare e dare voce a Terni ed in Umbria alla cultura politica liberaldemocratica, radicale ed europeista. L’Associazione “Cittadini Liberi”  ribadisce la condivisione delle tematiche che guidano +Europa e del collegato  “Piano Calenda-Bentivogli per l’Italia delle competenze”, ma si riserva di decidere se e quali iniziative organizzate da altri eventualmente appoggiare ed ha in programma di organizzare in proprio alcuni appuntamenti elettorali a Terni sui temi della democrazia partecipativa e dei fenomeni migratori. Lo stato attuale di crisi amministrativa della città, sintomo di una crisi più diffusa che interessa il tessuto sociale ed economico ternano, nasce dalla mancanza di una visione culturale condivisa a fondamento delle azioni politiche, nell’ambito della più generale crisi del regionalismo umbro. L’associazione intende quindi offrire un contributo rilevante al riscatto della città e alla richiesta sempre più diffusa di partecipazione democratica attiva”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere