CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Candele accese a Santa Rita per i morti di Covid-19: “Siamo vicino a chi soffre”

Cronaca e Attualità Foligno Spoleto

Candele accese a Santa Rita per i morti di Covid-19: “Siamo vicino a chi soffre”

Redazione
Condividi
Il monastero di Santa Rita
Il monastero di Santa Rita

CASCIA – Monache di Cascia in preghiera davanti all’urna di Santa Rita e accensione simbolica delle candele per i defunti. Così offrono conforto ai familiari delle vittime dell’epidemia del Covid-19, le religiose del monastero di Cascia che, il 2 maggio, pregheranno davanti al corpo della Santa, mentre il consueto video messaggio di speranza delle agostiniane, pubblicato ogni sabato sulla pagina Facebook del monastero, è interamente dedicato alle oltre 200 mila anime strappate alla vita dal virus, in Italia e nel mondo. Al termine ogni monaca ha posato vicino all’urna una candela: tante piccole luci accese che rappresentano le vittime dell’epidemia.

Vittime  “Ogni giorno, in questi difficili mesi – ha detto la priora del Monastero, suor Maria Rosa Bernardinis – coloro che sono morti a causa del Coronavirus, sono nei nostri cuori. Per loro ci rivolgiamo a Gesù, che è venuto tra noi proprio per sconfiggere la morte e insieme a lui diffondiamo la speranza di un’altra vita, migliore, che ci attende. Ci sentiamo vicine alle loro famiglie, per le quali preghiamo ancor più intensamente, facendoci tramite delle intenzioni che portano nel cuore per i loro cari saliti al cielo. Chiediamo al Signore che possano trovare la pace per non aver potuto stringersi ai loro cari nel momento della morte e accompagnarli attraverso il rito funebre. Per questo, abbiamo voluto creare due iniziative volte a sostenere le famiglie nel dolore, da lontano, ma facendoci vicine nel cuore e nella preghiera. Nella nostra richiesta di intercessione a Santa Rita, a lei che ha superato ogni dolore con l’amore di Cristo nel cuore, quotidianamente portiamo anche tutti coloro che soffrono per il virus. Dobbiamo tutti farci famiglia di fronte alla sofferenza, perciò ci uniamo alla preghiera del Santo Padre per un’Europa unita e per proseguire come veri fratelli e sorelle”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere