CARICAMENTO

Scrivi per cercare

‘CaLibro’, a Città di Castello tutto pronto per il Festival della lettura

Eventi Cultura e Spettacolo Alta Umbria

‘CaLibro’, a Città di Castello tutto pronto per il Festival della lettura

Redazione
Condividi

Uno degli eventi di Calibro 2016

CITTA’ DI CASTELLO – Letteratura, arte, poisia, incontro: inizia il lungo week-end di CaLIbro, Festival della Lettura a Città di Castello. Da giovedì 30 marzo a domenica 2 aprile, Città di Castello si anima di una serie di eventi e incontri dedicati alla letteratura e ai libri, con alcuni tra i più importanti autori del panorama letterario italiano.

Giovedì il via. L’inaugurazione della quinta edizione del festival organizzato dall’associazione culturale Il Fondino avverrà alle 18.30, al loggiato di Piazza Fanti, con l’evento “Blackout Poetry”: Il progetto, dell’artista Marco Nicotra, presente a CaLibro, mette a disposizione del pubblico vecchi libri che possono essere utilizzati e manipolati per dar vita a nuovi componimenti testuali e poetici attraverso cancellature o mettendo in evidenza alcune parti di testo. Al laboratorio di Blackout Poetry si potrà partecipare attivamente, oltre a giovedì 30, nei giorni di venerdì 31 marzo dalle 16 alle 19 e di sabato 1 aprile la mattina dalle 11 alle 13 e il pomeriggio dalle 16 alle 19. In prima serata CaLibro si sposta al Teatro degli Illuminati: alle ore 21.15 spazio a “Ti ascolto”, evento che unisce lettura e musica con tre scrittori e cinque musicisti. Paolo Cognetti, autore de “Le otto montagne” (Einaudi), sarà accompagnato dal trio di elettronica FUKO, Claudia Durastanti, in libreria con “Cleopatra va in prigione” (minimum fax), sarà insieme alla percussionista Laura Mancini, mentre Giorgio Fontana, “Un solo paradiso” (Sellerio), leggerà con il sottofondo del chitarrista Matteo Pirola.

Il programma di venerdì. La giornata di venerdì 31 marzo vede in cartellone tre eventi. Si inizia alle 17 (Sala degli Stucchi al Circolo degli Illuminati) con un incontro tra tre giovani editori umbri: Jo March, gran vía e Urogallo, case editrici che hanno deciso di pubblicare letteratura inglese, sudamericana e portoghese, creando un ponte tra la nostra regione e il mondo. L’evento, moderato da Lorenza Mangioni, è in collaborazione con Umbrialibri. Si prosegue subito dopo, ore 18.15, spostandoci di pochissimi metri nell’adiacente Sala degli Specchi (sempre al Circolo degli Illuminati), con un dialogo sul reportage narrativo tra Giorgio Vasta, autore di “Absolutely Nothing. Storie e sparizioni nei deserti americani” (Quodlibet), e Daniele Rielli, in libreria con “Storie dal mondo nuovo e dal nulla” (Adelphi). Intervistati dal critico Marco Mongelli, Vasta e Rielli discuteranno dei due libri e delle esperienze che li hanno generati, e dei loro modi d’intendere la scrittura di reportage da quei mondi e da questo mondo. Per la prima serata, ore 21.15, si rimane ancora alla Sala degli Specchi con un evento dedicato alle storie dell’albo a fumetti più celebre, Topolino. A parlarci di tutto ciò che ruota intorno a Topolinia e dintorni, ci saranno due sceneggiatori di Topolino: Tito Faraci, e si partirà proprio dal suo libro“Mickey. Uomini e topo” (ADD editore), e Jacopo Cirillo.

Si proseguirà poi con altri eventi tra sabato e domenica per le intere giornate.

Per essere sempre aggiornati su CaLibro ci sono i canali social del festival su Facebook, Twitter (@calibrofest) e Instagram. Inoltre, nell’account Twitter @calibronews17, gestito dai ragazzi del Liceo “Plinio il Giovane” partecipanti al progetto CaLibro Newsroom, ci saranno i live-tweet di tutti gli eventi. E naturalmente il sito www.calibrofestival.com