CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Calcio femminile, per la Grifo Perugia vittoria di rigore col Ligorna

Calcio Perugia Sport Città

Calcio femminile, per la Grifo Perugia vittoria di rigore col Ligorna

Redazione sportiva
Condividi

LIGORNA – GRIFO PERUGIA 0-1 (0-1)

LIGORNA: Denevi (46′ pt Parodi), Cama, Casciani, Cella (36′ st Simosis), Fracas (28′ st Brero), Napello, Campora, Malatesta (21′ st Fossati), Traverso, Bettalli, Fallico. A disp.: Trichilo, Favali, Mazzocchi.

GRIFO PERUGIA: Bayol, Alessi, Monetini, Fiorucci C., Ferretti, Rosmini (43′ st Serluca), Tuteri, Bylykbashi, Fiorucci G., Narcisi, Ceccarelli (45′ st Timo). A disp.: Cerasa, Silvioni. All.: Belia

RETI: 25′ pt Fiorucci C. (GP)

ARBITRO: Giacomo Lencioni di Lucca (Ciarletta-Baruzzo)

PERUGIA – La Grifo Perugia coglie una vittoria di misura in casa del Ligorna grazie al rigore trasformato da Corinna Fiorucci. Tre punti, quelli raccolti contro la formazione genovese, che sono di fatto ossigeno per le biancorosse dopo un periodo altalenante costellato più da insuccessi che da trionfi. Le ragazze di Valentina Belia ripartono quindi da questa vittoria in trasferta per provare a migliorare una classifica che si è fatta davvero brutta ed insoddisfacente.

La gara La Grifo Perugia inizia subito bene con un tiro di Narcisi al quarto d’ora che si perde di poco fuori. Al 25′ l’episodio che dà una svolta al match. Giulia Fiorucci viene travolta in area dal portiere genovese e conquista un prezioso penalty. L’altra Fiorucci, Corinna, si prende la responsabilità dagli undici metri e sigla il vantaggio. Ceccarelli potrebbe chiudere i conti al 27′, ma a tu per tu con l’estremo difensore sbaglia e mtte fuori la sfera. Il secondo tempo vive di maggiore equilibrio, con la gara che viene ora combattuta maggiormanete a centrocampo. Tuttavia la Grifo costruisce le sue occasioni. Al 64′ Tuteri si vede respingere la propria conclusione da buona posizione da Denevi, reattiva nell’ocasione e brava a non farsi soprendere. Altra nitida occasione fallita dalle biancorosse. Ci provano poi Giulia Fiorucci (68′) e Martina Ceccarelli (85′), ma il colpo del definitivo k.o. non arriva. E la beffa poteva essere davvero grossa al 94′, con Bayol che è brava ad uscire e ad anticipare l’avversaria prima che potesse colpire a rete da posizione favorevolissima. Il portiere biancorosso salva il risultato con un grande intervento. Triplice fischio dopo cinque minuti di recupero. Vittoria di misura della Grifo che avrebbe potuto allungare ancor più vista la gran mole di occasioni prodotte.