CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Perugia, bufera al ‘Galilei’: dopo l’assemblea esce allo scoperto la preside: “Chiarezza”

Perugia Cronaca e Attualità Extra EVIDENZA2 Città

Perugia, bufera al ‘Galilei’: dopo l’assemblea esce allo scoperto la preside: “Chiarezza”

Redazione
Condividi

L'affollata assemblea studentesca (foto gentilmente concessa da Mila Quacquarelli)

PERUGIA – Oltre 500 studenti del liceo scientifico Galileo Galilei hanno risposto alla chiamata dei rappresentanti studenteschi e si sono riuniti in assemblea straordinaria al Parco Santa Margherita per decidere le modalità di protesta da adottare in seguito alla bufera venutasi a creare all’interno dell’istituto. I ragazzi chiedono la sostituzione della preside Nivella Falaschi, che, a detta loro: “Si è dimostrata inadeguata al ruolo ricoperto”. La proposta emersa – fanno sapere gli studenti tramite una nota – è quella di organizzare nei prossimi giorni un corteo, che veda anche la partecipazione di docenti e genitori, che in questi giorni di lotta stanno facendo fronte comune con gli studenti. “I ragazzi – prosegue il comunicato – hanno a cuore la loro scuola e si riservano altre forme di lotta se non saranno ascoltati. Sono pronti a combattere per riprendersi i loro spazi e persino ad occupare la scuola se sarà necessario, ma per ora hanno scelto di avere fiducia nelle istituzioni”.

Nuova assemblea mercoledì Nella serata di domenica, è arrivata la convocazione da parte della preside Falaschi, di una nuova assemblea, che avrà luogo nell’aula magna dell’istituto mercoledì prossimo a partire dalle 12: “A seguito del susseguirsi di notizie e polemiche riguardanti la situazione finanziaria del Liceo Scientifico Galilei di Perugia – scrive la professoressa Falaschi – ritengo mio preciso diritto-dovere discutere con gli insegnanti, gli studenti ed i loro genitori lo stato reale delle cose. Purtroppo si è voluto alzare un polverone e strumentalizzare una situazione che, se fosse prevalsa la buona fede, non avrebbe raggiunto intollerabili, e per me inaccettabili, livelli di calunnia sul piano personale. Sono quindi a disposizione nella mia qualità di Responsabile dell’Istituzione Scolastica per fornire ogni chiarimento sulla vicenda  e spero che anche da parte degli interlocutori si manifesti altrettanta disponibilità”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere