CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Brutta Ternana, ma si prende lo stesso i tre punti: vince 3-2 a Vibo Valentia

Calcio Sport

Brutta Ternana, ma si prende lo stesso i tre punti: vince 3-2 a Vibo Valentia

Redazione sportiva
Condividi

VIBONESE (3-4-3): Marson; Rasi, Sciacca, Redolfi; Ciotti, Laaribi (40’st Prezzabile), Ambro (40’st Vitiello),  Mahrous; Berardi (30’st Spina), Statella, Plescia (15’st Parigi). A disp: Mengoni,  La Ragione, Falla, Leone, Di Santo,  Bachini, Montagno,Mancino. All.: Galfano.
TERNANA(4-2-3-1): Iannarilli; Defendi, Boben, Kontek, Mammarella; Palumbo (15’st Damian), Proietti (22’st Paghera); Partipilo, Torromino (33’st Onesti), Furlan (15’st Peralta),  Raicevic (15’st Vantaggiato). A disp.: Vitali, Russo, Suagher, Ndir, Salzano, Frascatore All.: Lucarelli.
ARBITRO: Panetella di Gallarate (assistenti: Barone-Severino IV Uomo Pirrotta)
MARCATORI: 37’pt Mammarella (T), 14’st Plescia (V), 33’st Redolfi (V), 35’st e 46’st Vantaggiato (T),
NOTE: Partita giocata a porte chiuse. Osservato un minuto di silenzio per ricordare Diego Armando Maradona. Ammoniti: Berardi (V), Raicevic (T), Proietti (T). Ndir (T). Calci d’angolo: 3-5.Recupero: 1’pt 4’st

VIBO VALENTIA– Una brutta Ternana, la peggiore della stagione, porta a casa tre punti pesantissimi, con grande fatica dallo stadio Razza di Vibo Valentia. Rossoverdi vincenti 3-2 ma di buono, stavolta, ci sono solo i tre punti.

Le scelte. Non c’è Cesar Falletti in casa rossoverde. Il fantasista uruguayano non è nemmeno in panchina: problema muscolare per lui. Raicevic al posto di Vantaggiato davanti Al suo posto Torromino. In casa calabrese invece Torna capitan Redolfi, in panchina Bachini. Mahrous esterno sinistro, attacco Plescia-Berardi.

Primo tempo. Inizio vivacissimo con le due formazioni che si alternano in fase offensiva. Subito tiro di Laaribi a lato, risposta di Proietti che ci prova a botta sicura, trovando la risposta di Marson; sulla prosecuzione è Ciotti ad impegnare Iannarilli, palla a lato. La Vibonese tiene testa bene alla Ternana, che fatica a venire fuori e lascia troppi spazi ai rossoblu. Al 18′ l’occasione più nitida, capitata a Partipilo: sinistro rasoterra a lato di poco. Poco prima Raicevic era caduto in area dopo un contrasto con un difensore della Vibonese, con l’arbitro che ha lasciato correre.

Alla mezzora, dopo un periodo di forcing rossoverde, si rivede la Vibonese, con Plescia che tenta il gol della domenica con un pallonetto dai 25 metri, senza esito. A seguire traversone dalla sinistra con palla in area dove Ciotti solo calcia forte e fuori dallo specchio della porta. Il match si sblocca alla mezzora: Raicevic conquista una punizione dai 25 metri, Mammarella batte magistralmente e Marson si supera, mandando in angolo. Ma proprio sul corner il portiere si fa pescare troppo avanti e lo stesso Mammarella segna direttamente da corner.

Secondo tempo. La Ternana della ripresa è come quella del primo tempo e la Vibonese al 14′ pareggia: fuga di Rasi e tiro da fuori area con Iannarilli che si supera, palla a Berardi e nuova respinta corta del portiere che poi non può nulla sul tap-in di Plescia. Lucarelli fa tre cambi ed uno dei nuovi entrati, Peralta, va subito vicino al gol col pallone che gli rimbalza davanti: tiro sbilenco e palla alta.

Dopo il gol, come previsto, la Vibonese spegne il match, chiudendo gli spazi, con la Ternana che arriva con grande fatica davanti a Marson e anzi la formazione calabrese arriva addirittura al gol del vantaggio al 77′ con Redolfi che da corner anticipa Vantaggiato e fa centro. Subito dopo la Ternana sfiora il pari, con Paghera che impegna mette in mezzo per Vantaggiato, il cui tentativo è fermato col piede da Marson.

Il portiere calabrese si supera anche al 35′: finta di cross di Defendi che si libera di Sciacca e palla in mezzo per Vantaggiato: Marson respinge la prima, non la seconda che finisce in rete per il 2-2. L’attaccante segna anche il 3-2 nel recupero, ma il merito è di Diego Peralta, che illumina con una grande giocata per Damian, che mette sui piedi di Vantaggiato un pallone solo da spingere dentro. Vittoria, ma che fatica.

 

 

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere