CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Botti di Capodanno: ammessi ma linea dura a Perugia, vietati a Terni

Cronaca e Attualità

Botti di Capodanno: ammessi ma linea dura a Perugia, vietati a Terni

Redazione
Condividi

PERUGIA/TERNI – Il comune di Perugia e quello di Terni stringono le maglie e annunciano linea dura e pugno di ferro contro i botti di Capodanno.

Qui Perugia. Nel tavolo interforze si è convenuto di tenere la massima attenzione sulla questione. I fuochi pirotecnici potranno essere eseguiti, ma sempre nel rispetto delle normative anti Covid-19, così come nei confronti della chiusura dei locali di pubblico spettacolo come ad esempio bar, discoteche e sale da ballo nonché degli assembramenti in genere.

Sbordone “Non viene esclusa quindi – sottolinea il questore di Perugia Antonio Sbordone – nonostante la cittadinanza risulti aver compreso l’importanza del rispetto di determinati comportamenti, l’ipotesi di organizzazione di festeggiamenti che potrebbero portare ad assembramenti pericolosi in locali notturni da ballo o strutture, all’occasione, adibite a feste private, in tal caso le Forze di Polizia interverranno con il massimo rigore. L’intensificazione della presenza delle forze dell’ordine permetterà una presenza capillare sul territorio per garantire il rispetto delle regole anti contagio e nello stesso tempo anche di vigilare su possibili atti criminali nei confronti dei depositi dove vengono conservati i vaccini, considerati possibile oggetto di atti criminali”.

Qui Terni. Sul fronte ternano, un’ordinanza del sindaco Latini invece vieta quelli ‘con deflagrazione’. Nello specifico ” l’accensione ed i lanci di fuochi d’artificio con deflagrazione, lo sparo di petardi, lo scoppio di mortaretti, razzi ed altri artifici pirotecnici provocanti detonazione”. Il periodo va dalle 16 del 31 dicembre a tutto il 1 gennaio.

 

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere