CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Bonus salva Made in Italy, Coldiretti Umbria: “Aiuti fondamentale per settore in crisi”

Economia ed Imprese

Bonus salva Made in Italy, Coldiretti Umbria: “Aiuti fondamentale per settore in crisi”

Redazione economia
Condividi

PERUGIA – Per la prima volta arriva un bonus di filiera per 600 milioni di euro che stanzia un contributo a fondo perduto a favore di ristoranti e ad agriturismi in difficoltà per l’acquisto di prodotti di filiere agricole ed alimentari, inclusi quelli vitivinicoli, anche Dop e Igp, valorizzando la materia prima del territorio. È quanto afferma la Coldiretti Umbria in riferimento agli effetti dell’approvazione definitiva del decreto legge agosto ed in occasione del varo del DPCM che prevede che ristoranti e bar dovranno chiudere alle 24 ma dalle 21 sarà vietato consumare in piedi, quindi potranno continuare a servire i clienti solo i locali che abbiano tavoli, al chiuso o all’aperto.

Settori “Il contributo – sottolinea Coldiretti – è riconosciuto a coloro che abbiano subìto un consistente calo del fatturato o dei corrispettivi nei mesi tra marzo e giugno 2020 rispetto allo stesso periodo del 2019. La ristorazione è uno dei settori più colpiti dall’emergenza Covid con un crack da 34 miliardi per l’intero 2020 su dati Ismea a causa della crisi economica, del crollo del turismo e del drastico ridimensionamento dei consumi fuori casa provocati dall’emergenza coronavirus. A causa della pandemia i consumi extradomestici per colazioni, pranzi e cene fuori casa sono stimati in calo del 40% con un drammatico effetto negativo a valanga sull’intera filiera agroalimentare per mancati acquisti di cibi e bevande, dal vino alla birra, dalla carne al pesce, dai formaggi ai salumi, dalla frutta alla verdura secondo elaborazioni Coldiretti su dati Ismea”.

Agabiti “Si tratta di un provvedimento – afferma Albano Agabiti presidente Coldiretti Umbria – utile ai nostri agriturismi ma anche per valorizzare i prodotti dei nostri territori, in un settore che seppur in difficoltà, nell’emergenza ha dimostrato tutta la propria strategicità”. “Oltre agli incentivi a sostegno della filiera – aggiunge Mario Rossi direttore regionale Coldiretti – importanti pure le misure agevolative per sostenere l’avvio di nuove imprese da parte di giovani under 30 e la possibilità di utilizzo delle risorse non impiegate per la riduzione volontaria”

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere