venerdì 7 Maggio 2021 - 09:38
10.3 C
Rome

Rubano una tuta da portare a un amico in carcere: due donne nei guai

Si tratta di due donne di 49 e 23 anni, suocera e nuora, che hanno messo a segno il colpo in un noto negozio d'abbigliamento di Bastia Umbra: le due sono state denunciate per furto aggravato in concorso

BASTIA UMBRA – Nella mattinata del 16 novembre i carabinieri della stazione di Bastia Umbra hanno denunciato due donne, suocera e nuora, rispettivamente di anni 49 e 23 anni, di origini calabresi, in quanto resesi responsabili di furto aggravato ai danni di un esercizio commerciale. Poco prima dell’ora di pranzo le due si sono recate all’interno di un noto negozio di abbigliamento della città e, fingendosi normali acquirenti, hanno iniziato a provare varie paia di scarpe e successivamente, nel reparto indumenti, varie tute sportive.  Individuato l’indumento giusto, ovvero un modello unisex di una nota marca sportiva, del valore di 40 euro circa, le due, utilizzando una tronchesina ed approfittando della confusione dell’ora hanno rotto la placca antitaccheggio, occultandola  lungo gli scaffali. Fatto un ulteriore giro nel negozio, per non dare nell’occhio, si sono dirette verso l’uscita dove, inesorabile, il sistema antitaccheggio ha segnalato che qualcosa non andava, anche perché la tuta aveva una seconda placca interna.  E’, quindi, intervenuta una delle commesse, che nel frattempo ha allertato i militari della locale Stazione che immediatamente si sono recati sul posto ricostruendo l’intera vicenda e recuperando la refurtiva che veniva restituita al legittimo proprietario. Le due donne, che si sono giustificate riferendo di non avere il denaro per un regalo ad un amico detenuto, sono state deferite all’autorità giudiziaria per furto aggravato in concorso.

- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

More articles

- Pubblicità -spot_img

Ultima Ora

Agi