CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Basket femminile, A1: Umbertide ok contro Spezia, ora sotto coi playoff. In A2 Orvieto si impone in rimonta su Milano

Basket Alta Umbria Sport Città

Basket femminile, A1: Umbertide ok contro Spezia, ora sotto coi playoff. In A2 Orvieto si impone in rimonta su Milano

Alessandro Minestrini
Condividi

Kierra Mallard (foto Fabio Paltrinieri)

PERUGIA – Finisce con la vittoria contro il fanalino di coda La Spezia la regular season della Pallacanestro Femminile Umbertide. Successo tutt’altro che semplice per la compagine allenata da Lorenzo Serventi, che hanno trovato nelle liguri un’avversaria di tutto rispetto. Sul fronte umbertidese da segnalare la superlativa prestazione di Alessia Cabrini, mvp con 20 punti e 5 rimbalzi. Doppia doppia per Kierra Mallard, con 12 punti e 10 rimbalzi. Ora la concentrazione è tutta puntata su mercoledì sera, quando la Pfu sfiderà al Pala Brera la Techedge Broni per gara 1 degli ottavi di finale scudetto. La sfida di ritorno sarà giocata al Pala Morandi sabato 1° aprile alle 20.30. Primo quarto poco produttivo su entrambi i fronti. Con due realizzazioni di Mallard e una tripla di Cabrini, Umbertide si porta su un sicuro 7-2 dopo 5’ di gara. Il presagio iniziale viene smentito negli istanti successivi, quando Spezia, grazie a un momento di grazia di De Pretto, mette la freccia e sorpassa le padrone di casa (10-7 a 2’ 40” dalla prima sirena). Brown firma il canestro dell’8-12. A Corradino, l’onore di mettere a segno il libero che sancisce il 13-8 che caratterizza il primo parziale. Passano appena 15”, a causa di una botta sullo sterno rifilatele sotto canestro, la croata in forza alle liguri, Premasunac, è costretta ad abbandonare il rettangolo di gioco in barella. All’inizio del secondo quarto le umbre ritrovano vigore. Servono tre liberi di Brown, una tripla di Cabrini e due punti di capitan Moroni alla Pfu per agguantare le ospiti sul 16-16. A 3’ dal’intervallo, dopo un contatto con un’avversaria, Brown batte la testa sul parquet e per ciò deve sedersi momentaneamente in panchina. Le realizzazioni dalla lunetta delle ex Linguaglossa e di Corradino portano Spezia sul 25-18. Umbertide non vuol lasciare troppo spazio alla squadra di Barbieri. Clark e un’ottima Cabrini consentono alla formazione casalinga di chiudere il primo tempo a -1 (26-27). Umbertide si desta al ritorno dalla pausa. La guardia di Bordighera è semplicemente straordinaria e per merito del suo eccellente lavoro, le biancazzurre escono dal torpore e riprendono in mano le redini dell’incontro (38-29 a 6’ dal termine del terzo quarto). Mallard, Mancinelli e Dell’Olio fanno volare la compagine altotiberina a +15 (46-31). Spezia lancia segnali di vita a una bomba piazzata da Striulli sulla sirena garantisce il ritorno a -7 (46-39). Il quarto quarto inizia non nel migliore dei modi, con le avversarie che tornano a farsi sotto (43-46 a 8’ dalla fine). Umbertide pasticcia un po’ e le bianconere ne approfittano (46-47 a 6’ dall’ultima sirena). Mallard e Moroni sono le protagoniste della momentanea rimonta casalinga (51-47). Il match prende sempre di più le sembianze di una partita a scacchi, con un emozionante batti e ribatti che si protrae fino alla fine del tempo regolamentare. 59-57 il risultato finale, salutato dal boato del Pala Morandi.

Pallacanestro Femminile Umbertide – Carispezia La Spezia 59-57 (8-13; 26-27; 46-39 )

Umbertide: Giudice, Cabrini 20, Dell’Olio 2, Moroni 9, Clark 3, Pappalardo, Paolocci ne, Fusco, Brown 9, Bove, Mancinelli 4, Mallard 12. All. Serventi

La Spezia: Striulli 9, Nori 5, Aldrighetti, Corradino 6, Premasunac 2, De Pretto 24, Brezinova 3, Bacchini 2, Linguaglossa 6, Carrara ne. All. Barbiero

Tutti i risultati dell’ultima giornata Vigarano-Broni 60-66; Battipaglia-Ragusa 44-70; Schio-Venezia 70-64; Napoli-Torino 93-83; San Martino-Lucca 70-65; Umbertide-La Spezia 59-57

Classifica Schio, Lucca 36, Venezia 34, San Martino 32, Ragusa 30, Napoli 28, Umbertide 20, Vigarano, Torino, Broni 12, Battipaglia 8, La Spezia 4

Playoff e playout Schio, Lucca, Venezia, San Martino, Ragusa e Napoli già qualificate per i quarti di finale. Incontri prima fase: Umbertide-Broni e Vigarano-Torino. Battipaglia-La Spezia la sfida per non retrocedere.

A2

Grande vittoria in rimonta in cadetteria per Orvieto contro il Sanga Milano. Le ragazze allenate da coach Romano hanno compiuto una vera e propria impresa, che le ha viste protagoniste di una vera e propria cavalcata ai danni delle meneghine di Giulia Maffenini. Mazionyte domenica è tornata a fare la voce grossa (15 punti e 14 rimbalzi). Da applausi anche Greta Brunelli (16). Benissimo Manfrè (14) e il capitano Valentina Bonasia (12). Per Milano, a nulla hanno servito i 20 di Maffenini e i 15 di Guarnieri (11 rimbalzi). La Ceprini, in virtù dei 2 punti conquistati oggi contro le lombarde, ritornano a occupare in solitari la terza piazza del girone A. Prossimo impegno per Azzurra, venerdì 31 marzo alle 15.45 contro Selargius per la terzultimo appuntamento della stagione regolare.

Ceprini Costruzioni Orvieto – Il Ponte Casa d’Aste Milano 68-61 (10-14; 22-35; 41-44)

Orvieto: Grilli, Falanga 3, Mazionyte 15, Bonasia 12, Colantoni ne, Manzotti 8, Manfrè 14, Brunelli 16, Presta, Monaco ne. All. Romano

Milano: Novati, Pozzecco 6, Rossini, Guarnieri 15, Martelliano 7, Perini ne, Canova 7, Maffenini 20, Giulietti ne, Taverna ne, Vente 6, Trianti. All. Pinotti

I verdetti del girone A di A2 Castelnuovo Scrivia-Selargius 49-43; Alghero-Virtus Cagliari 66-72; Carugate-Albino 42-69; Costa Masnaga-Bolzano 96-42; Crema-Cus Cagliari 55-41; Orvieto-Milano 68-61

Classifica Sesto San Giovanni, Empoli 40, Orvieto 34, Crama, Milano 32, Costa Masnaga 30, Castelnuovo Scrivia 28, Albino 20, Virtus Cagliari 18, Selargius 16, Carugate 12, Bolzano 10, Cus Cagliari 8, Alghero 2