CARICAMENTO

Scrivi per cercare



In Umbria rincari oltre il 5 per cento per assicurazioni e banche

Economia ed Imprese Perugia Terni

In Umbria rincari oltre il 5 per cento per assicurazioni e banche

Redazione economia
Condividi

PERUGIA – Perugia seconda città in cui si rilevano i maggiori rincari sul fronte di banche e assicurazioni, mentre l’Umbria è quarta a livello nazionale. Emerge dall’analisi dell’Unione nazionale consumatori (unc) che ha elaborato i dati Istat dell’inflazione di settembre resi noti venerdì scorso e stilato  la classifica delle città e delle regioni che hanno registrato i maggiori rincari per quanto riguarda le banche (servizi finanziari) e le assicurazioni, che comprende l’rc auto, i servizi assicurativi per la salute e l’abitazione.

Banche In particolare, sul fronte dei servizi finanziari, quindi bancari, l’Umbria si piazza al quarto posto con un incremento del 5,5 per cento, a fronte di un aumento medio nazionale del 4,5 per cento, mentre peggio dell’Umbria fanno solo Friuli Venezia Giulia (+13,8 per cento), Piemonte (+8,7 per cento) e Marche (+ 7,3 per cento).

Assicurazioni Per quanto riguarda i servizi assicurativi Perugia è la seconda città con i rincari più significativi che si attestano al 5,3 per cento, mentre in media in Umbria sono aumentati del 5,1 per cento: “Se si considera che gli italiani sono rimasti fermi per ben 69 giorni, dal 10 marzo al 17 maggio compresi, ossia fino a quando non si sono consentiti gli spostamenti liberi in regione, allora l’importo dell’rc auto sarebbe dovuto calare su base annua del 18,9 per cento” rilevano dall’associazione dei consumatori, evidenziando che i prezzi potevano scendere come dimostrano i dati delle regioni più virtuose, come il Lazio, -4,5 per cento e Valle d’Aosta, -3,4 per cento.
Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere