CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Bagarre a Narni: salta il numero legale in consiglio comunale sul Bilancio

Politica Extra

Bagarre a Narni: salta il numero legale in consiglio comunale sul Bilancio

Redazione politica
Condividi

Il Comune di Narni

NARNI- Anche a Narni la maggioranza sembra aver problemi con il numero legale: è saltato infatti il Consiglio Comunale che doveva discutere una delibera sulla votazione di bilancio. Parliamo di una maggioranza di colore diverso rispetto a quella di Terni, quindi come dire ‘tutto il mondo è paese’.

Cosa è successo. All’ordine del giorno c’era u una delibera per lo stanziamento di fondi per la parziale sistemazione e la messa in sicurezza del costone del Suffragio. Un intervento solo parziale, secondo le opposizioni, e insufficiente, che necessitava di una variazione di bilancio più consistente per la definitiva sistemazione di una zona che presenta un alto rischio di criticità e staticità. Le opposizioni (TpN, FDI, FI, M5S) – insieme al consigliere del Psi Ricci- hanno fatto saltare il numero legale poichè non sono state accolte le loro valutazioni e le loro richieste. Sono quindi uscite dall’aula, costringendo il presidente del Consiglio Comunale Giovanni Rubini a chiudere la seduta, dato che erano assenti anche due consiglieri di maggioranza (Lorenzo Bonifazi e Alessandro Bussetti della lista De Rebotti sindaco).

Chiudere o sospendere? Qui è la diatriba. Rubini stesso spiega che si è trattato di una sospensione di mezzora e che non è stato un problema politico: “Alle 11,55 – spiega il massimo rappresentante del consesso narnese -, avendo constatato che era venuto meno il numero legale dei consiglieri presenti, ho sospeso la seduta. Alle 12,25 ho proceduto a riconvocarla ed a quel punto il numero legale era stato ristabilito, tanto che abbiamo potuto proseguire i lavori sino alla normale conclusione della seduta stessa che sono terminati alle 13,30”. Il sindaco Francesco De Rebotti aggiunge: “Il consiglio è stato ripreso dopo mezz’ora e concluso normalmente. TpN non era nemmeno presente alla seduta e Lorenzo Bonifazi, della mia lista, è stato presente permettendo al consigliere Ricci di restare fuori dall’aula”

Figuraccia. Le opposizioni compatte in una nota parlano di “figuraccia a cui si esposta oggi la maggioranza di governo della città che fa cadere il numero legale in fase di votazione di una delibera sulla variazione di bilancio. Quel bilancio appunto, continuano le opposizioni, che invece di essere lo strumento principale su cui calare le politiche di governo diventa lo strumento dove si consumano dispetti e litigate tutte interne alla maggioranza”

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere