CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Avigliano, 118 senz’acqua: “Se non ci ascoltano chiuderemo la postazione”

Cronaca e Attualità Terni Narni Orvieto Amelia Extra

Avigliano, 118 senz’acqua: “Se non ci ascoltano chiuderemo la postazione”

Redazione
Condividi

Operatori del 118

AVIGLIANO UMBRO – La denuncia, tuona forte proprio in questi giorni in cui complice anche il freddo, il lavoro della Croce Rossa è sempre più intenso. Marco Sciarrini, presidente della sezione di Avigliano Umbro, chiede con urgenza un intervento per risolvere la mancanza d’acqua che da due giorni – appunto in coincidenza delle gelate – ha di fatto paralizzato il lavoro degli operatori. Sciarrini parla attraverso le colonne del sito locale aviglianonews.it: “C’è un tubo che era stato messo in via provvisoria oltre 15 anni fa lungo il muraglione che va dall’acquedotto di Avigliano alla sede di via della torre della Cri. Quando arrivano le basse temperature si gela e ci lascia senz’acqua”.

Esattamente quello che accade tutti gli anni, in concomitanza dell’inverno. Sciarrini lancia l’ultimatum al Comune: “Sono ormai anni che sollecitiamo l’Amministrazione Comunale. Non è pensabile che gli operatori della Cri sono da oltre due giorni senz’acqua, senza avere quindi la possibilità di lavarsi o di andare al bagno, oppure di pulire l’ambulanza dopo i loro interventi. Ma la cosa peggiore è che nessuna delle società addette all’acquedotto rispondono al telefono. Il servizio guasti 24 ore su 24 ore è sempre occupato, oppure non c’è modo di avere un contatto.  La situazione è molto grave e per questo motivo  ho inviato una lettera agli organi preposti a risolvere questa situazione, minacciando la chiusura della Postazione del 118 di Avigliano Umbro, qualora non si arrivi ad una soluzione”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere