CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Ater Umbria, Almadori: “Venti milioni per le manutenzioni, resta il nodo ex Milizia”

Perugia Cronaca e Attualità Terni

Ater Umbria, Almadori: “Venti milioni per le manutenzioni, resta il nodo ex Milizia”

Redazione
Condividi

(foto Terninrete)

TERNI– Scade il mandato del presidente dell’Ater Umbria Alessandro Almadori ed è stata l’occasione per un bilancio degli ultimi cinque anni. Diverse le questioni sul piatto che sono state affrontate mercoledì mattina nel corso di una conferenza stampa.

Via degli Arroni. La prima, ovviamente, è quella degli sfollati di via degli Arroni, dopo la bollente audizione in conferenza dei capigruppo a Palazzo Spada: “Siamo stati coinvolti venerdì dall’assessore regionale e da quello comunale – ha spiegato  Almadori – ci siamo attivati per ascoltare queste persone già lunedì scorso raccogliendo le esigenze di tre nuclei familiari. Abbiamo messo in campo delle soluzioni, oggi stesso sono previsti i sopralluoghi negli alloggi insieme ai tecnici. Cercheremo di incrociare le loro esigenze con le nostre disponibilità”

Numeri. Poi ha snocciolato i numeri dell’attività dell’azienda nata nel 2010 dalla fusione delle due realtà dell’edilizia residenziale pubblica provinciali, partendo dai 20 milioni investiti per la manutenzione di 1500 alloggi: “Sono circa 10000 su tutto il territorio regionale – spiega –  gli edifici di proprietà o gestiti dall’Ater, il 90% dei quali in affitto a canone concordato o sociale, per un totale di oltre 25 mila persone ospitate. Edifici che in qualche caso hanno storia ultracentenaria e che nella maggior parte dei casi risalgono agli anni ’50-’60, dunque hanno bisogno di un’ingente opera di riqualificazione. Il lavoro su questo fronte è in corso, molti edifici hanno una storia ultracentenaria, altri sono stati costruiti tra gli anni ’50 e ’70”. Ci sono però circa 500 famiglie in attesa di una casa, si spera di aumentare il numero proprio cercando di recuperare questi alloggi.

Bandi per la morosità incolpevole, nuovi accordi con i sindacati degli inquilini, l’attivazione della gestione sociale, il necessario ausilio per l’introduzione dell’ISEE quale parametro per il calcolo del canone di locazione sono state le principali misure che sono state messe in campo nei confronti dell’utenza ATER che, deve essere ricordato, sono e devono rimanere al centro di ogni iniziativa aziendale. L’analisi dei bilanci sia dell’ultimo quinquennio che decennio mostra un valore della produzione pressoché costante con un fenomeno in forte aumento, quale quello della morosità, che deve trovare misure strutturali, anche a livello regionale, pena la mancanza di operatività economica di una Azienda che da sempre ha dato risposte in modo celere e soddisfacente.

Ex Milizia Fra le operazioni portate a termine, ci sono le  caserme delle forze dell’ordine all’attuale sede della procura di Terni, dalla progettazione del recupero di palazzo Manassei all’area di Monteluce a Perugia. Ma resta aperto il nodo della palazzina ex Milizia, in via Campomicciolo, pensati per ospitare dopo la riqualificazione un progetto sulle cellule staminali mai decollato ed oggetto anche di una indagine della corte dei conti: “Purtroppo non c’è ancora una soluzione,  nonostante i nostri sforzi ed i tanti proclami. E’ un dovere trovarla – ha spiegato- per un edificio di così grande valore. Mi auguro che lo faccia la prossima governance di Ater, in sinergia con Regione e azienda ospedaliera, per mettere questo bene a servizio della collettività. La struttura è finita a tutti gli effetti, solo il primo piano è stato lasciato al grezzo per destinarlo alle funzioni necessarie. Ma l’edificio è nato per la ricerca biomedica, c’è impiantistica di grande rilievo adatta all’utilizzo sanitario. Altre ipotesi differenti da quella sopra detta sarebbero, senza possibilità di smentita, una ingente perdita per la collettività umbra e per i suoi cittadini, situazione che ci auguriamo siano scongiurata, anche grazie all’interessamento della nuova Giunta Regionale, dal nuovo management della Azienda Ospedaliera”

 

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere