CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Ast, scoppia il ‘pasticcio’ sulla vicepresidenza del Clt: sindacati irritati

Cronaca e Attualità

Ast, scoppia il ‘pasticcio’ sulla vicepresidenza del Clt: sindacati irritati

Andrea Giuli
Condividi

??????????????

TERNI – Via Muratori, abbiamo un problema. La via anzidetta, nel centro di Terni, è dove si trovano la sede e le strutture dello storico Clt, il circolo dopolavoro dei dipendenti dell’acciaieria che ha accompagnato la vita di generazioni di lavoratori di viale Brin.

Doppio incarico A quanto pare, però, negli ultimi giorni si è creato un pasticcio che, a detta di alcuni rappresentanti sindacali, potrebbe anche determinare seri problemi di vario genere. E’ accaduto, infatti, che dallo scorso primo ottobre l’attuale vicepresidente del Clt, Maurizio Felicini, sia stato incaricato dalla direzione del Personale di Ast (mediante il presidente del Clt, Giovanni Scordo) di svolgere anche la funzione di segretario del Circolo. Due funzioni storicamente separate, visto che da sempre il vicepresidente è indicato dai sindacati, con un ruolo ben preciso, mentre il segretario, con le sue proprie mansioni, è di nomina aziendale. Il punto è che Felicini, circa 18 mesi fa, è stato sì indicato dai sindacati (segnatamente dalla Fim) come vicepresidente, ma di recente l’azienda ci ha messo lo zampino, assommando le due cariche nella stessa persona. Situazione che, a detta dei sindacati, sarebbe di fatto incompatibile; anzi, come minimo delicata.

Valzer di lettere Se questi sono i termini generali della questione, in mezzo ci sono i ‘dettagli’ fra i quali, come noto, si nasconde il demonio. In queste ore, infatti, appena la nuova nomina di Felicini è trapelata in fabbrica e quindi arrivata alle orecchie dei sindacati metalmeccanici, alcuni segretari territoriali di quest’ultimi hanno subito preso carta, penna e computer ed hanno scritto una lettera severa al presidente Scordo lamentando scelte unilaterali e imbarazzanti dell’azienda e di non essere mai stati avvertiti, tantomeno ufficialmente della nomina segretariale. Dunque, un problema di merito e di metodo. Risulta che, a stretto giro, il presidente del Circolo abbia risposto, ricordando le prerogative aziendali in tali frangenti e il fatto che, invece, le organizzazioni sindacali siano state informate, tramite colloqui, della nomina di Felicini a segretario. Il presidente quindi avrebbe invitato, come da statuto, i sindacati a procedere alla nomina di un nuovo vicepresidente. Le sigle sindacali sarebbero state convocate dall’azienda per venerdì 14 ottobre.

Tags:
Andrea Giuli
Andrea Giuli

Redattore

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere

Prossimo