CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Ast, scontro azienda-Rsu sulla Cassa Integrazione: l’intesa non è stata firmata

Economia ed Imprese Terni

Ast, scontro azienda-Rsu sulla Cassa Integrazione: l’intesa non è stata firmata

Redazione
Condividi
L'impianto Ast di Terni
L'impianto Ast di Terni

TERNI – La situazione in Ast è caldissima. Non è stato infatti firmato l’accordo per la Cassa integrazione avviata dall’azienda. Secondo la Rsu, l’intesa non è stata firmata “esclusivamente per irresponsabilità dell’azienda verso i lavoratori”.

Nessuna mediazione: “L’azienda – dicono in una nota i delegati di fabbrica -, contrariamente a quanto sta comunicando ai dipendenti, ha volutamente impedito un’adeguata mediazione, presentandoci di fatto un accordo preconfezionato, modificando unilateralmente e a discapito dei lavoratori le modalità di gestione della Cig che fino a ieri era oggetto di accordo” Uno dei motivi di scontro è l’azzeramento dello ‘zoccolo’ di 20 ore di ferie maturate a fine 2019. Ma anche  “le difficoltà di una corretta rotazione tra i lavoratori, la non garanzia della maturazione degli istituti indiretti e differiti, la possibilità di integrazione volontaria con permessi annui retribuiti individuali tramite il silenzio assenso, disdettati dall’azienda. che usa i lavoratori come salvadanaio”

Le critiche.  “Tutto ciò – dicono le Rsu –  dopo che la rsu e i lavoratori hanno garantito una gestione sofferta e responsabile in piena pandemia Covid, è scorretto e inaccettabile. Come Rsu, riteniamo quanto accaduto un atto grave, una decisione unilaterale che di fatto, ancora una volta, fa pagare il peso della crisi e delle scelte aziendali solo ed esclusivamente ai lavoratori. Questo è un atteggiamento irresponsabile e non corretto nei confronti delle maestranze, perché si continua ad omettere dati dirimenti come i piani produttivi futuri, che ovviamente generano anche una forte incertezza rispetto a possibili prossimi stop impiantistici nei prossimi mesi. Quanto avvenuto mina in modo significativo il livello delle relazioni sindacali e industriali che, come più volte denunciato, erano già di per se ‘povere. Riterniamo evidente che rispetto alle difficoltà contingenti, non solo di mercato, ma anche societarie di ThyssenKrupp, il proseguo di tali atteggiamenti aziendali, nonché di queste modalità di gestione e di relazioni, non fa altro che alimentare preoccupazioni, dubbi ed incertezze tra i lavoratori, generando un clima lavorativo caratterizzato da diffidenza e non serenità nelle attività quotidiane”.

La risposta di Ast. A stretto giro, con una nota, arriva la risposta di Ast: ” In questo momento di grande fibrillazione dei mercati a causa della pandemia Covid-19, e la conseguente riduzione di ordini e volumi produttivi, il 30 giugno Ast ha comunicato ai sindacati la proroga della Cassa Integrazione Ordinaria per Covid-19 dal 1° al 12 luglio, per un massimo di 500 dipendenti. Di conseguenza la Società ha incontrato la Rsu per un esame franco e trasparente della situazione. La prima riunione, che si è svolta il 6 luglio, si è conclusa con la richiesta della Rsu di un rinvio al 7 luglio, al quale è seguito un terzo incontro, svoltosi il 13 luglio. Ast ha sempre proposto alla Rsu di firmare un accordo identico a quello sottoscritto in occasione del precedente periodo di Cassa per Covid-19 (dal 23 al 30 giugno 2020). Per la prima volta, da diversi anni a questa parte, non è stato raggiunto alcun accordo sulla Cassa Integrazione Ordinaria, per il rifiuto della Rsu di sottoscrivere un’intesa. Restano del tutto incomprensibili i motivi di questo rifiuto, tenendo conto che si tratta di un accordo identico a quello firmato solo quindici giorni prima. In questo momento di seria difficoltà per l’intero Paese, auspichiamo che prevalga il senso di responsabilità e l’impegno a trovare soluzioni condivise. È fondamentale tenere conto della gravità del quadro economico in cui anche la nostra Azienda si trova a operare, evitando di aggravarlo ulteriormente con richieste totalmente fuori luogo rispetto al contesto generale”.

 

 

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere