CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Ast, risiko degli incarichi e arrivano gli scatti economici mancanti

Economia ed Imprese Terni

Ast, risiko degli incarichi e arrivano gli scatti economici mancanti

Andrea Giuli
Condividi
carabinieri in azione
Un operaio di Ast

TERNI – Un ‘risiko’ di incarichi e nomine ogni tanto leva il medico di torno. Forse. È quanto succede, ciclicamente e per i più diversi motivi, in Ast ed è quanto sostanzialmente comunicato stamattina dall’azienda in una annunciata riunione con le rsu di stabilimento.

Livelli economici Intanto, il management ha fatto sapere che i passaggi di livello economico mancanti per alcuni dipendenti (era il motivo principale della richiesta di incontro di stamane e che aveva causato vari mal di pancia sindacali) verranno sanati – compresi gli arretrati dal primo novembre scorso – con un bonifico entro il 18 gennaio e inseriti nella busta paga di questo mese. Un risultato – benché promesso – non del tutto scontato. Anche perché da ‘radio fabbrica’, in questi minuti, qualche voce si affanna a sussurrare che, nonostante tutto, i riconoscimenti economici non sono per tutti. Insomma, ‘scatto’ solo per quei dipendenti che ne posseggono i requisiti. La questione è confermata da una breve nota delle rsu di Fim, Fiom, Fismic e Ugl, con l’ormai consueta ‘divergenza’ della Uilm.

Valzer di incarichi Quanto al ‘risiko’ degli incarichi, l’ingegner Spadavecchia lascia la direzione dei reparti Pix e Pra per andare alle Officine meccaniche; al suo posto dovrebbe subentrare il dottor Salomone. Entro il 30 gennaio, inoltre, dovrebbe arrivare in viale Brin l’ingegner Di Girolamo (ex ad di Faurecia) che dovrebbe andare a dirigere il Tubificio (da tempo divenuto un ‘ramo’ di Ast) o l’Ufficio commerciale di Ast. Più probabile, sembra, che Di Girolamo si insedi a capo del Tubificio. Si attende invece con particolare attenzione, entro 7-10 giorni al massimo, l’arrivo del nuovo responsabile del Personale dell’azienda, dopo l’addio di Auregli. Vorticano ormai nomi possibili o probabili. Vedremo presto.

Assunzioni interinali I vertici Ast proseguono anche nella loro programmazione: sono in corso ancora i colloqui presso le agenzie interinali scelte per la selezione di circa 40 operai da assumere con contratto interinale e che dovranno essere impiegati nella famigerata ex Linea 6 di Torino che dovrebbe essere operativa nell’acciaieria ternana intorno alla fine del prossimo mese di marzo.

Servizio in aggiornamento 

Tags:
Andrea Giuli
Andrea Giuli

Redattore

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere