CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Ast, riparte la produzione, ma i sindacati avvertono: “Rispetto delle regole, estenderle alle ditte esterne”

Economia ed Imprese Terni

Ast, riparte la produzione, ma i sindacati avvertono: “Rispetto delle regole, estenderle alle ditte esterne”

Redazione economia
Condividi

Lo stabilimento di Ast

TERNI – All’Ast si riparte lunedì dopo tre giorni di serrata per uno sciopero e la sanificazione degli ambienti. L’accordo è stato siglato dai sindacati dei metalmeccanici (Fim, Fiom, Fismic, Ugl, Uilm e Usb) e dall’azienda. Si sta procedendo alla sanificazione di tutti gli spazi e il personale dell’acciaieria e quello delle ditte esterne sarà sottoposto a specifica formazione sui modelli comportamentali da seguire. Intanto, le docce non saranno utilizzabili e agli spogliatoi accederanno pochi operai alla volta e quindi per alcuni l’ingresso ci sarà mezzora dopo

L’accordo. Secondo quanto emerge dalla nota inviata dai sindacati, l’accordo per la continuazione del lavoro mantenendo le prescrizioni per garantire la minor esposizione al contagio da Covid-19, prevede oltre alla sanificazione, dispositivi di protezione individuale adeguati, strumenti per la pulizia personale con prodotti in linea con quelli indicati nei decreti e tutti quei miglioramenti volti a evitare assembramenti e situazioni di veicolo del virus. “Le organizzazioni sindacali – si legge nella nota credono che l’azione fatta, merito della compattezza e del sostegno di tutti i lavoratori, abbia generato miglioramenti. Il rispetto delle normative contribuirà ad arginare l’emergenza attuale”. Nell’accordo, i sindacati chiedono che le stesse misure applicate in Ast siano messe in atto anche nelle aziende terze e si sono resi disponibili per verificare eventuali comportamenti sbagliati all’interno dell’azienda.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere