CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Ast, è stato raggiunto l’accordo per la cassa integrazione causa Coronavirus: ne usufruiranno in 2305

Economia ed Imprese Terni

Ast, è stato raggiunto l’accordo per la cassa integrazione causa Coronavirus: ne usufruiranno in 2305

Redazione economia
Condividi
Un reparto di Ast
Un reparto di Ast

TERNI – Una riunione, conclusasi verso mezzanotte, ha chiuso, probabilmente in via definitiva, la vicenda relativa alla cassa integrazione per Coronavirus dei lavoratori di Ast. Intesa raggiunta per 2305 lavoratori.

I punti L’accordo siglato fra direzione aziendale e sigle sindacali prevede anzitutto che le ferie maturate nel 2020 saranno salvaguardate: accederanno alla cassa tutti i lavoratori con un monte ferie uguale o inferiore a 20 ore al 31 dicembre scorso. Prevista l’integrazione del ricorso all’ammortizzatore tramite permessi annui retribuiti, attraverso il meccanismo del silenzio assenso.

I giorni I giorni di fermata totale concordati dalle parti (14-15 marzo e 16 marzo per le ore eccedenti la giornata di formazione) saranno inoltre coperti dalla cassa integrazione con l’integrazione dei permessi annui retribuiti, sempre con il principio del silenzio assenso. Infine tutti i lavoratori assunti dopo il 23 febbraio saranno collocati in un programma di formazione specifico.Nella nota diffusa a tarda notte, le Rsu di Fim, Fiom, Uilm, Fismic, Ugl e Usb spiegano che “l’ammortizzatore sociale serva a tutelare i lavoratori e le lavoratrici di Acciai Speciali Terni all’interno degli strumenti previsti per ridurre il rischio da contagio Covid-19 visto anche il momento di particolare incertezza dovuto all’emergenza sanitaria, le sue possibili ricadute con il rischio di penalizzare pesantemente i lavoratori in termini di salario”.

 

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere