CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Ast, le Rsu indicono sciopero, l’azienda le convoca: serrata revocata

Economia ed Imprese Terni

Ast, le Rsu indicono sciopero, l’azienda le convoca: serrata revocata

Redazione economia
Condividi

L'ingresso di Ast

TERNI -. Era pronto un nuovo sciopero, nell’area a caldo, quella delle linee Bramme 3 (CB3) e Bramme 7 (CB7) per i quali le Rsu avevano indetto 4 ore di sciopero a turno nelle giornate di lunedì (per tutti i tre turni di ciascuna linea) e martedì (a fine del terzo turno in CB3).

In una nota, si legge che la decisione arriva “dopo mesi di confronto e di discussione tecnica con l’azienda sulle diverse problematiche presenti e persistenti presso due principali aree di lavoro», in particolare quelle relative all’organizzazione del lavoro. Riteniamo doveroso giungere in tempi celeri ad una sintesi che renda sostenibili le situazioni aperte.  Nel merito pensiamo che questa organizzazione del lavoro non è complessivamente rispondente alle reali esigenze produttive, sia dal punto di vista del rispetto degli istituti contrattuali, come dimostrano le continue richieste che le strutture fanno ai lavoratori in termini di disponibilità a ore straordinarie, sia di favore che di obbligo sull’avvicendamento dei turni, sia sulla evidente difficoltà nel dare conferme alle richieste di ferie e permessi che i lavoratori legittimamente rivendicano”.

Bramme 3. “Il parziale investimento sulla area CB3 – proseguono – tanto per essere chiari, non ha portato miglioramenti tali da giustificare la riduzione lavorativa per turno ma ha complicato l’operatività degli operatori. Il quadro generale negativo delle questioni si completa con diversi impegni assunti in questo tempo dalle strutture aziendali, riferiti ad aspetti di sicurezza e ambientali che ad oggi risultano in modo evidente puntualmente disattesi. La richiesta d’incontro specifica, inviata ai massimi vertici aziendali, inoltre non ha riscontrato alcuna volontà di disponibilità a un dialogo e a soluzioni condivise”.

Aggiornamento. L’azienda subito dopo ha ritenuto di convocare le Rsu ed è per questo che “dopo ampia e approfondita discussione le Rsu hanno deciso di ‘congelare’ la mobilitazione, sospendendola. Abbiamo ricevuto il formale impegno dell’azienda a ripristinare entro e non oltre il 19 aprile gli organici mancanti, 3 unità per Bramme 3 e una unità per Bramme 7 e l’impegno da parte aziendale a sanare completamente le diverse anomalie impiantistiche presenti e persistenti entro la data del 31 maggio”

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere