CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Ast, le rsu: atteggiamenti repressivi dell’azienda in alcuni reparti

Economia ed Imprese

Ast, le rsu: atteggiamenti repressivi dell’azienda in alcuni reparti

Andrea Giuli
Condividi

L'ingresso dello stabilimento Ast

TERNI – Tanti buoni propositi da parte dell’azienda, riconfermati anche nelle ore scorse al convegno ternano del Pse dall’ad di AST, Burelli. Ma, a quanto pare, non sono tutte rose e fiori. Anzi, i delegati sindacali tratteggiano una situazione in alcuni reparti che pare destare qualche preoccupazione. Tanto che lunedì mattina si terrà una Rsu di gruppo.

Poco fa, le rsu di fabbrica di Fim, Fiom, Uilm, Fismic e Ugl, hanno diffuso una nota in cui avanzano critiche alla direzione aziendale: “In data odierna l’ azienda ha convocato l’esecutivo di fabbrica e le Rsudi Pix1-2 per illustrare il progetto pilota di miglioramento continuo delle performance della Lac10, diminuendo l’indice di non utilizzo. A tal fine, l’azienda ha individuato un team composto da manutenzione, esercizio, app, ricambisti e ingegneria di manutenzione. La manutenzione di P.I di Pix2 passerà sotto i responsabili dei trattamenti. La Rsu, preso atto di ciò, ha chiesto ed ottenuto che si facciano specifici incontri con i diretti responsabili per chiarire tutte le possibili problematiche da noi sollevate e che tale organizzazione può creare ai lavoratori. Abbiamo chiesto all’azienda di aprire, rispetto ai progetti di miglioramento continuo, al riconoscimento economico per tutti i lavoratori del sito. Il progetto Lac10 ne è un primo esempio tangibile. L’azienda si è resa disponibile ad aprire un confronto su questa ipotesi se si raggiungono i risultati previsti, risposta per noi insufficiente. Su quanto invece sta avvenendo nel reparto Pix2 su tutti i turni, con la presenza di vari dirigenti, è stato preteso che venga abbassata la tensione e che la presenza degli stessi sia utilizzata per migliorare gli impianti e non per fare azioni di repressione. Le Rsu, a fronte di ciò, intensificheranno la presenza a reparto per essere vicini ai lavoratori”

Tags:
Andrea Giuli
Andrea Giuli

Redattore

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere