CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Terni, Ast decide per il ‘carropontista jolly’ e le rsu non ci stanno

Economia ed Imprese Cronaca e Attualità Terni

Terni, Ast decide per il ‘carropontista jolly’ e le rsu non ci stanno

Andrea Giuli
Condividi

Un reparto di Ast

TERNI – Di riffa o di raffa, le rappresentanze sindacali di fabbrica e i responsabili aziendali proprio non si intendono. Molto poco, comunque.

L’incontro e la decisione Nella giornata di martedì, le rsu, infatti, tramite una nota unitaria, fanno sapere che lunedì si sono incontrate con il responsabile del fondamentale reparto Acc “per discutere e capire l’iniziativa intrapresa dallo stesso di avviare un periodo di affiancamento su tutti i carroponti per il personale interessato a tale mansione. Dalla discussione sono emerse varie contraddizioni: Con un’iniziativa unilaterale il reparto ha deciso che tutto il personale che svolge la mansione di carropontista debba imparare a condurre altri carroponti presenti nell’area Acc. La Rsu denuncia che l’organico attuale dell’area interessata non permette ai lavoratori di poter effettuare il corretto addestramento, necessario per ricoprire la mansione con professionalità e con i livelli di sicurezza previsti. Così facendo, a nostro avviso, si mette a rischio la sicurezza dei lavoratori, vista la complessità della mansione”.

Le critiche e l’ultimatum Quindi, le rsu affondano la lama: “Le rsu di Ast denunciano continui cambi di organizzazione all’ interno del reparto, con lo spostamento di lavoratori da un impianto all’altro, senza una logica precisa. Tutto ciò, a nostro avviso, è frutto di un’organizzazione aziendale carente in molti aspetti, sia organizzativi che di personale. Continuiamo a ribadire che gli assetti occupazionali attuali sono insufficienti a garantire la sicurezza dei lavoratori e dei loro diritti, oltre a mettere in discussione il raggiungimento degli obiettivi. Ancora una volta l’azienda, nonostante i proclami annunciati, sul tema della sicurezza si è dimostrata sorda ed insensibile alle legittime richieste delle Rsu; pertanto, il perpetuarsi di questi comportamenti porterà la Rsu ad intraprendere iniziative per tutelare i diritti dei lavoratori”.

Incidente Coincidenza, diciamo così, nel pomeriggio di martedì le stesse rsu denunciano un incidente al Tubificio che solo per un caso non ha avuto ben altri e tristi esiti. Durante una manovra, spiega una nota delle rsu, a fronte dell’improvviso cedimento delle funi del carroponte utilizzato nella zona fossa coil, è precipitato il borsello, gancio e coil. È stato dunque richiesto dai sindacati un incontro urgente alla direzione aziendale per capire le cause di questo episodio. E l’incontro è stato dato, si terrà mercoledì mattina al Tubificio.

Tags:
Andrea Giuli
Andrea Giuli

Redattore

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere