CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Ast, incontro sindacati-Comune e nuovi monitoraggi sull’acqua

Cronaca e Attualità Terni Extra EVIDENZA2

Ast, incontro sindacati-Comune e nuovi monitoraggi sull’acqua

Redazione
Condividi

Lo stabilimento di Ast

TERNI – “Un confronto quanto mai necessario per capire le prospettive della maggiore industria cittadina, a fronte delle notizie altalenanti e delle incertezze di questo ultimo periodo”.  Così il sindaco Leonardo Latini e il vicesindaco Andrea Giuli hanno definito l’incontro convocato stamattina a Palazzo Spada dall’amministrazione comunale con i rappresentanti sindacali di Ast/TK. In sala giunta ad illustrare la situazione dal punto di vista dei lavoratori c’erano Claudio Cipolla (Fiom), Simone Liti (Fim), Simone Lucchetti (Uilm), Giovacchino Olimpieri (Fismic), Daniele Francescangeli (Ugl), Emanuele Pica (Usb).

“Si è trattato – spiega il Comune – di un incontro utile e importante, al quale pensiamo che ne debbano far seguito altri, da organizzare periodicamente, perché come Comune e in rappresentanza della comunità cittadina non possiamo che sentirci vicini alle sorti del nostro principale sito industriale e ai rappresentanti dei lavoratori con i quali stamattina abbiamo registrato una sostanziale sintonia, pur nella distinzione dei ruoli, nell’impegno a difendere la strategicità del sito ternano e i suoi livelli di occupazione”.

“L’amministrazione comunale  – dice una nota del Comune – ritiene opportuno richiedere un incontro anche con i vertici di AST/TK per fare il punto della situazione su una serie di aspetti complessi, dall’ambiente alle prospettive industriali del sito ternano. Il sindaco Leonardo Latini auspica che, ancora una volta, tutte le istituzioni locali, regionali e nazionali, ciascuna per le proprie competenze, possano tornare a confrontarsi proficuamente per affrontare le questioni di un’azienda così strategica per il territorio e per il Paese”.

Nuovi controlli sull’acqua. Intanto, dopo le ultime vicende – non ultima la nota dei Cinquestelle in merito – il Comune di Terni, al fine di valutare eventuali provvedimenti, ha concordato con la Asl l’effettuazione di un monitoraggio sulle acque ad uso idropotabile all’interno dell’area dell’Acciai Speciali Terni e di intensificare il monitoraggio sulla distribuzione dell’acqua ad uso idropotabile nei punti più vicini all’area degli stabilimenti”.

E’ quanto concordato al termine della riunione convocata su iniziativa del Comune di Terni con Asl, Arpa, Regione Umbria e i rappresentanti di AST TK, alla quale hanno preso parte il sindaco Leonardo Latini e l’assessore all’ambiente Benedetta Salvati.
La riunione è stata convocata dal Comune di Terni dopo che, nella giornata di lunedì, il Ministero dell’Ambiente ha inviato una nota con i risultati dei campionamenti effettuati dall’Ast, con il controllo di Arpa, dai quali emergono valori inquinanti molto elevati rispetto alle soglie previste per le acque sotterranee. Il Comune al ricevimento della lettera si è attivato a tutela della salute pubblica, ha subito chiesto indicazioni alla Asl e ha ritenuto necessario convocare e svolgere la riunione con i rappresentanti dell’azienda che, una volta relazionato sulla situazione e sugli interventi posti in essere, si sono allontanati per consentire agli enti di prendere le decisioni tecniche conseguenti che – come detto – consistono nell’intensificazione dei monitoraggi all’interno e all’esterno dell’area degli stabilimenti. Da parte della Asl non sono state comunque comunicate anomalie nella rete di distribuzione dell’acqua potabile in città. Gli uffici tecnici comunali hanno anche verificato che nel censimento dei pozzi e dei sondaggi effettuato dal Comune per la microzonizzazione nel 2016, nell’area prossima all’acciaieria, ovvero alla zona nella quale sono stati registrati gli sforamenti, non esistono pozzi privati destinati a qualsiasi uso.
Tutti gli enti che hanno preso parte alla riunione procederanno ora per le proprie competenze.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere