CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Ast, impianti fermi e insaturi a fine ottobre: scatta la cassa integrazione

Economia ed Imprese

Ast, impianti fermi e insaturi a fine ottobre: scatta la cassa integrazione

Andrea Giuli
Condividi

TERNI – Si è appena concluso un primo incontro tra la direzione aziendale di Ast e le rsu in merito ai volumi produttivi dell’acciaieria per questo mese di ottobre.

Impianti fermi a fine mese Dall’incontro è scaturito che il reparto Acc avrà un possibile periodo di insaturazione che va dal 27 ottobre alle ore 6 fino alla stessa ora di martedì 1 novembre. A fronte di ciò le rsu hanno chiesto un’altra riunione con la direzione per discutere e approfondire le modalità di gestione dei lavoratori, chiedendo fin da subito che debba esserci la cassa integrazione ordinaria e che sia valutata la possibilità di trovare soluzioni per non far gravare tale situazione di insaturazione impianti sui lavoratori, anche attraverso dei corsi di formazione. L’incontro richiesto dalle rsu si svolgerà, dunque, nei prossimi giorni.

Accordi economici in porto Nei giorni scorsi una raffica di incontri serrati, reparto per reparto, tra le stesse rsu e l’azienda ha portato alla firma di singoli,mi portanti accordi per il riconoscimento delle professionalità e dei livelli economici per i lavoratori. Accordi siglati da Fiom, Fim, Fismic e Ugl, ma non dalla Uilm che pure ha partecipato ai tavoli di trattativa. I reparti sono Sea(servizi ambiente ecologia) Ausiliari, Officina meccanica e elettrica, distribuzione fluidi e distribuzione energia, Tubificio. Sono state riconfermate tutte le posizioni di 5s e di secondo addetto in base alle turnazioni in essere, così come le professionalità che vanno dal secondo al quinto livello. Oltre a ciò, la manutenzione di Sea è stata adattata alla manutenzione di pronto intervento e ispettiva, con il riconoscimento di un 5s e di un secondo addetto. Esiste anche un verbale a latere dove l’azienda si impegna ad approfondire le professionalità di esercizio del reparto. Sul Tubificio, i riconoscimenti sono stati maggiori, in quanto ex azienda consociata ed ora reparto di Ast e quindi si è deciso di adeguarli, con livelli 5s e secondo addetto per manutenzione, ispettori, qualità, slitter e spedizioni/logistica. Con questi accordi sono già stati sottoscritti verbali per oltre la metà dei reparti.

Azienda dinamica Dopo la presentazione del nuovo numero verde gratuito, attraverso il quale i cittadini possono chiamare specifici operatori aziendali in grado di rispondere sulle varie e attuali tematiche ambientali inerenti le attività dell’acciaieria, la direzione di Ast (grazie all’Ufficio comunicazione e relazioni esterne) lancia il progetto ‘Gioca d’anticipo, ama il tuo cuore’, un’iniziativa che unisce prevenzione e attività fisica, con la partecipazione della Cassa mutua aziendale che apre le porte alla città per un check-up cardiologico gratuito rivolto agli studenti delle scuole medie della città di Terni (dai 12 ai 14 anni) e del Clt, i cui istruttori forniranno nozioni teoriche/pratiche di Calcio a 5 e Volley ed organizzeranno stages con gli studenti presso gli impianti del Clt stesso. Per quanto riguarda i controlli gratuiti, i figli dei dipendenti Ast potranno iniziare a prenotare la visita gratuita da mercoledì 12 ottobre, mentre per tutti gli altri studenti delle scuole medie di Terni la data di avvio è il 31 ottobre. Il Comune di Terni, il Coni Umbria e l’Ufficio scolastico regionale hanno assicurato il patrocinio all’iniziativa. Durante il progetto sarà svolto un concorso per assegnare alla scuola vincitrice un kit completo per il Volley ed uno per il Calcio a 5 (borsa, maglia, pantaloncino, calzini). Il premio verrà assegnato alla scuola che, tramite un lavoro grafico, avrà rappresentato meglio i temi trattati durante gli incontri curriculari.

Tags:
Andrea Giuli
Andrea Giuli

Redattore

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere