CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Ast, il premier Conte nel question time avverte: “Ci sono tempi lunghi per la vendita”

EVIDENZA Terni

Ast, il premier Conte nel question time avverte: “Ci sono tempi lunghi per la vendita”

Redazione economia
Condividi

(Foto Ansa)

TERNI – Tempi lunghi per   la vendita di Ast. Lo ha ribadito il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, mercoledì durante il question time alla Camera, rispondento ad una interrogazione di Liberi e Uguali: “ThyssenKrupp Acciai Speciali Terni ha annunciato la necessità di cessione di moltissimi stabilimenti in quanto non ritenuti strategici, similmente a quanto già annunciato due anni fa dall’azienda, la quale non ha poi dato seguito a questo proposito. In attesa delle scelte che la proprietà vorrà compiere in termini di cessione azionaria, le interlocuzioni avvenute in questi giorni con l’amministratore delegato dell’azienda ci portano a ritenere che verrà confermato il piano industriale, il quale prevede investimenti per circa 60 milioni di euro, e che i tempi non saranno brevi”.

Strategico. “Il settore siderurgico costituisce un elemento strategico – prosegue Conte- c’è una crisi perdurante in Italia e in Europa. L’obbiettivo del governo è un piano strategico che soddisfi il bisogno di acciaio nel rispetto delle regole Ue” ha detto il presidente del Consiglio, che poi ha aggiunto: “Serve una transizione energetica e questo settore deve orientarsi in questo senso. Il progetto di rilancio deve includere soluzioni alle crisi più gravi”.

Epifani “Se noi non abbiamo idea di cosa serve al nostro sistema produttivo – ha replicato il parlamentare di Leu Guglielmo Epifani – qualcuno deve spiegarmi come, di fronte alla vendita della Terni, per la quale abbiamo già quattro manifestazioni, il governo possa esprimere un’opinione su un grande gruppo cinese o italiano o indiano, se non ne ha una sul settore in generale. Bene allora che si dica che la siderurgia è indispensabile ma questo piano serve immediatamente perché il tempo gioca a nostro sfavore e c’è bisogno di costruire il piano coinvolgendo le imprese e i sindacati”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere