CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Assisi, nove giorni immersi nell’Ottocento con il Palio del Cupolone

Eventi Cultura e Spettacolo Assisi Extra Città

Assisi, nove giorni immersi nell’Ottocento con il Palio del Cupolone

Redazione cultura
Condividi

fotografia Fap Foto

ASSISI – Seconda edizione per il Palio del Cupolone in piazza Garibaldi a Santa Maria degli Angeli che dal 9 al 17 giugno tornerà ad immergersi nelle atmosfere del 1800 vestendosi dei tre colori predominanti: giallo, rosso e blu. Grazie infatti allo studio di alcuni documenti custoditi dalla parrocchia, sono stati riscoperti gli storici rioni del borgo: Rione del Campo (blu), Rione Ponte Rosso (rosso) e Rione Fornaci (giallo). In occasione del Piatto di Sant’Antonio, nel mese di gennaio 2016, grazie all’impegno dei Priori, dei Serventi e il grande entusiasmo della comunità angelana fu così realizzata la prima edizione del palio, la cui caratterizzazione ottocentesca la distinse fin da subito nel panorama delle rievocazioni storiche del territorio.

Molte le novità di quest’anno, a partire dal programma di nove giorni di eventi (tra cui sei completamente dedicati alle sfide tra rioni che si contenderanno il Palio) alla tribuna allestita di fronte al Palazzetto del Capitano del Perdono, da cui il pubblico potrà meglio assistere agli, dalla Taverna Ottocentesca in piazza Garibaldi (aperta tutte le sere) ai ristoranti del paese che proporanno per tutto il periodo menù e servizio a tema. Il Palio dei Muje ed il Palio del Cupolone, portano la firma di due importanti artisti del territorio: Carla Romani e Lamberto Caponi.

Uno sguardo al programma – Si inizia il 10 giugno di pomeriggio l’attesissimo Palio dei Muje, torneo dedicato agli under 16 che si sfideranno in quattro prove: la Corsa con i Carretti, il Gioco dei Birilli, “il Passa il Mattone e il Tiro con la Cerbottana. Domenica 11 giugno sarà incentrata sul Corteo Storico ed i Proclami di Sfida mentre le tre giornate successive (12, 13 e 14 giugno) Rione Fornaci, Rione del Campo e Rione si cimenteranno nelle scene “messa in piazza”, rappresentazione a tema a cui i rionali stanno lavorando da mesi. Per arrivare vincitori al verdetto finale i rioni dovranno, infine, confrontarsi nei Giochi Storici di venerdì 15 e sabato 16. Altra novità di questa edizione è il Gioco della Fabbrica, omaggio alla “Santa Fabbrica”, il cantiere della Basilica che diede lavoro a centinaia tra fornaciari, muratori, falegnami, carpentieri, scalpellini, fabbri e ferrai ed intorno al quale nacque l’abitato di Santa Maria degli Angeli. Durante tutto il periodo della festa le vie saranno animate da stornellatori, gruppi folkloristici, brigate ed artisti di strada. Durante i fine settimana sarà possibile ammirare artigiani all’opera nel Mercatino degli Antichi Mestieri (10-11 e 17 Giugno), curiosare fra i banchi del Mercatino dell’Antiquariato (11 giugno), assistere all’Estemporanea di Pittura (11 giugno), prendere parte a dei laboratori creativi (10-11 e 17 Giugno) o partecipare (grandi e piccini) alla Festa della Famiglia (17 Giugno) organizzata dalla Parrocchia di S. Maria degli Angeli, immersi nell’atmosfera risorgimentale di metà ottocento a cui si ispira la festa.

 

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere