CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Assisi, Luana Rigolli e Jessica Raimondi protagoniste della residenza artistica A/R

Eventi Cultura e Spettacolo Assisi Extra Città

Assisi, Luana Rigolli e Jessica Raimondi protagoniste della residenza artistica A/R

Redazione cultura
Condividi

foto Jessica-Raimondi_Guideline

ASSISI – Prenderà il via il prossimo mese di marzo all’ Agriturismo Podere La Fornace di Assisi, Incontri di fotografia, progetto A/R’, una residenza artistica per due fotografi finalizzata alla pubblicazione di un volume online, che racconterà l’esperienza dei due protagonisti sul territorio. Saranno Luana Rigolli e Jessica Raimondi ospiti dell’edizione 2021 del progetto, inaugurando così quello che vuole essere un percorso periodico volto alla produzione annuale di un archivio fotografico e artistico del territorio umbro, grazie anche alla pubblicazione finale che, al termine di ogni residenza, raccoglierà i progetti realizzati dagli artisti sul territorio.

Gli artisti sono scelti circa un anno prima di ogni residenza dalla direttrice artistica del progetto, Valeria Pierini: “Abbiamo evitato di predisporre una call per selezionare gli artisti. Avremmo rischiato di non rendere giustizia a tutti gli artisti candidati e di certo non avremmo fatto una call a pagamento. Le risorse economiche non dovrebbero mai provenire dagli artisti, che sono la risorsa essenziale: di prestigio, comunicazione, di relazione, di contenuti e anche economica. Trovo che questo sia uno dei problemi del sistema dell’arte e non sarei indipendente dal sistema e dai suoi vizi, se operassi con le stesse logiche. Come artista e come organizzatrice, preferisco instaurare un dialogo con i nostri ospiti e operare delle scelte sul campo anziché andare a verificare curricula online. L’intenzione è di interagire con artisti eterogenei tra loro: in questo caso, Luana lavora con la fotografia documentaria, con un’attenzione verso la storia e i territori in cui opera; Jessica, invece, lavora con la fotografia concettuale e l’ibridazione dei media, quindi penso che l’unicum finale sia potenzialmente molto efficace e che loro stesse possano giovarsi di questo incontro. Un agriturismo forse può sembrare una location insolita per una residenza d’artista, ma pensiamo che esistono gli art hotel e che le strutture ricettive a oggi spesso svolgono la funzione di ‘mecenati’ in campo artistico. Penso sia un bel modo per differenziarsi, oltre che per l’offerta gastronomica e l’immenso parco e orto che possiede, nonché un ottimo espediente per far assaporare agli artisti il territorio e le nostre intenzioni, ovvero dare loro un lasso di tempo in cui lavorare nella pace della nostra regione. Cosa c’è di meglio di un agriturismo immerso nel verde e nel silenzio?”. 

Tra i molteplici scopi di questa iniziativa, primario è l’obiettivo di rendere l’Umbria “materia di storie”, una base di partenza su cui ogni fotografo, nelle maniere più trasversali e a lui più congeniali possibili, possa realizzare una specifica ricerca, in un contesto fuori dalle logiche e dai rumori delle città. L’Umbria, per sua natura terra a misura d’uomo, diventa – o torna a essere – anche una terra a misura di artista, dove l’ascolto, l’osservazione e i tempi personali hanno priorità sulla dimensione dell’evento e sulle logiche del settore, intendendo prima di tutto le residenze come un momento volto alla valorizzazione personale dei fotografi. Il significato del nome scelto per questo progetto, dunque, si fa duplice: “A/R” è qui inteso non solo come “Artist Residencies”, ma anche come acronimo di “andata e ritorno”. Ogni residenza d’artista, infatti, non è solo uno spostamento fisicamente tangibile, ma segna anche un percorso personale e intellettuale nella carriera e in primis nella vita di ogni artista. Durante la permanenza degli artisti saranno organizzati workshop, incontri aperti, letture portfolio e un evento finale volto alla restituzione al pubblico delle ricerche effettuate. Gli artisti invitati terranno un blog dedicato alla loro permanenza in Umbria e all’esperienza creativa che vivranno.

Incontri di fotografia è un hub, attivo principalmente in Umbria, creato da Valeria Pierini e finalizzato alla divulgazione e alla didattica d’arte relativa alla fotografia e alle contaminazioni con altre forme espressive, organizza corsi e workshop di arte e fotografia anche on line per adulti e bambini collaborando con associazioni di settore e scuole. Oltre alla didattica, Incontri di fotografia dedica parte del suo lavoro ai fotografi alle prese con mostre o progetti editoriali, organizza eventi dedicati alla fotografia e al collezionismo e pubblica progetti editoriali.

 

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere

Prossimo