CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Assisi, Rota entra nella squadra di Giunta: Travicelli via fra le polemiche

Cronaca e Attualità Assisi Città

Assisi, Rota entra nella squadra di Giunta: Travicelli via fra le polemiche

Redazione politica
Condividi

La nuova giunta comunale assisiate

ASSISI – New entry di peso all’interno del governo della città di San Francesco. Nella giornata di giovedì, la sindaca Proietti ha annunciato la nomina dell’architetto di fama internazionale Italo Rota come assessore della giunta da lei guidata. A Rota, che entra in giunta come tecnico, vengono attribuite la delega alla forma e rigenerazione sostenibile della città, del sistema ecoculturale e del paesaggio.  Quella assisiate, è la seconda esperienza amministrativa per l’architetto, che nel 1995 fu assessore alla Qualità urbana del Comune di Milano nel corso della stagione che vide come sindaco della capitale morale d’Italia il leghista (poi ex) Marco Formentini.

Carriera  Nato a Milano nel 1953, si laurea in architettura al Politecnico di Milano nel 1982, ma prima di quella data la sua formazione è avvenuta presso gli studi di Franco Albini e Vittorio Gregotti. Con l’architetto Pierluigi Nicolin dal 1976 al 1981 partecipa alla realizzazione della rivista Lotus International. All’inizio degli anni ottanta si trasferisce a Parigi, per il progetto dell’allestimento museale del Musée d’Orsay, vinto con Gae Aulenti. Negli anni parigini, Rota durante quegli anni lavora soprattutto con il regista Bernard Sobel. Nel 1988 per l’Hécube. Negli anni novanta ritorna in Italia in Italia. Per lo stilista Roberto Cavalli realizza, oltre a boutique e club sparsi per il globo, anche una villa sulle colline fiorentine.

‘Dimissioni’ Travicelli L’ingresso di Rota nel governo cittadino, è stato preceduto dalle dimissioni – avvolte da un alone di mistero – di Claudia Maria Travicelli. A seguito dell’elezione nella lista ‘Uniti per Assisi’ – una delle tre formazioni a sostegno della candidatura di Tonino Lunghi – Travicelli, all’indomani della vittoria al ballottaggio su Giorgio Bartolini, era stata nominata da Proietti, assessore all’Istruzione grazie alla forte sponsorizzazione della presidente del Consiglio regionale, Donatella Porzi. Il rapporto fra le due donne donne forti della città, si sarebbe incrinato perché – come riferiscono voci ben informate – l’ormai ex assessore non avrebbe preso adeguatamente le difese di Eugenio Guarducci dopo le critiche alla manifestazione ‘UniversoAssisi’.

Rimpasto Le deleghe al sociale e la scuola passano quindi all’assessore Simone Pettirossi, mentre sarà il vicesindaco Valter Stoppini ad assumere quelle relative ai servizi demografici e toponomastica. Rimangono invece invariate le deleghe già precedentemente attribuite agli assessori Veronica Cavallucci ed Eugenio Guarducci.

Proietti “La città – dichiara il sindaco- aveva bisogno di accelerare ed approfondire una grande e profonda riflessione in tema di riqualificazione e rigenerazione urbana oltre che occuparsi con sempre più attenzione della tutela e valorizzazione del nostro straordinario paesaggio. Con l’arrivo di Italo Rota sapremo affrontare questa sfida potendo contare su una tra le più significative risorse culturali del nostro paese, capace di proiettare Assisi in una dimensione ed in un confronto che va ben oltre la scala regionale”. Dalla sindaca, un sentito ringraziamento all’ormai ex assessore Travicelli per il lavoro svolto: “Non posso fare a meno di ringraziare l’assessore dimissionario Claudia Travicelli che ha lavorato in questo primo anno della nostra Amministrazione con dedizione per il bene della Città di Assisi”.

Rota “Sarà fondamentale -afferma il neoassessore – un coinvolgimento dei cittadini come competenti delle diverse forme dell’abitare di Assisi: la città alta, la città bassa e quella nuova, i suoi borghi e le sue montagne, le sue zone industriali. Una città millenaria in cerca di un futuro per il suo passato. La nuova forma della città è legata al lavoro. Senza lavoro non può esserci rinnovamento della città”. Rota ha iniziato ad effettuare i primi sopralluoghi nelle aree più critiche e sensibili del territorio.

Maggioranza “Con l’ingresso nella compagine di Giunta di un professionista di livello internazionale, che andrà ad occuparsi di un settore fondamentale per la nostra Città, e grazie al maggiore coinvolgimento delle forze che sostengono l’Amministrazione guidata dal Sindaco Stefania Proietti –dichiarano i tre capigruppo di maggioranza Federico Masciolini (Partito Democratico), Luigi Bastianini (Lista Cristiano Riformisti), Giuseppe Cardinali (Lista Assisi Domani)- la nostra maggioranza procederà con rinnovato slancio nella propria azione di governo e potrà lavorare con determinazione agli ambiziosi obiettivi che ci siamo prefissati all’inizio di questa entusiasmante esperienza”.

Opposizione Duro il commento dei tre capigruppo di opposizione, che parlano di ‘dismissione’ della Travicelli: “La Travicelli sempre più si andava profilando come la vittima designata del rimpasto per la sua qualità di assessora a sostegno della sindaca”, scrivono in una nota Giorgio Bartolini, Emidio Fioroni e Moreno Fortini. “Pare inoltre – continuano – che non fosse neanche troppo simpatica ad un certo assessore, il quale al contrario gode del sostegno incondizionato della sindaca”.

 

 

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere