CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Assisi, il parco del Pincio verso la rinascita

Cronaca e Attualità Assisi Extra Città

Assisi, il parco del Pincio verso la rinascita

Redazione
Condividi

foto Comune della Città di Assisi

ASSISI “Il Pincio è uno spazio verde che tornerà presto a essere fruibile dalla cittadinanza non solo nei termini di rinnovata sicurezza ma, soprattutto, riscoprendone i tratti di ormai nascosta peculiarità e bellezza. Questa è la direzione su stiamo lavorando”. Con queste parole l’assessore ai lavori pubblici Alberto Capitanucci inizia a fare il punto della situazione disegnando la “road map” dell’intervento.

“Il progetto prevede l’immediata messa in sicurezza e riordino vegetazionale della lecceta e questa prima fase di lavoro sarà progettata ed eseguita da professionalità di assoluto profilo del mondo dell’arboricoltura forestale. La selezione è in corso, con l’obbiettivo di concludere l’intervento entro due mesi da oggi. Anche le alberature dell’area di piazzale Trento e Trieste entrano in questa prima fase dei lavori. Al termine di questa prima fase il Pincio – potenzialmente – tornerà già ad essere fruibile, libero da rischi evidenti, seppur con la parziale interdizione di alcune zone. La seconda fase punta invece a completare in forma organica il “restauro ambientale” del parco: il ripristino e rifunzionalizzazione dei percorsi, dei terrazzamenti e dei manufatti originari del nostro ottocentesco “bosco urbano” si coniugherà con la reinterpretazione in senso attuale dei servizi, degli accessi, dell’illuminazione, della relazione con il tema dell’acqua. La necessità di un approccio progettuale fondato non solo su competenze tecniche ma, soprattutto, sostenuto da sensibilità e delicatezza è evidente. Entro il prossimo giugno contiamo di poter concludere il progetto generale così da avviare i lavori in autunno e vederli conclusi nella primavera del prossimo anno. Ci avviamo così a mantenere la promessa di riavere il Pincio finalmente “rinato” e a disposizione della comunità e di tutti coloro che vorranno vivere uno degli spazi più suggestivi della città”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere

Prossimo