CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Assisi, splendido connubio di musica e solidarietà per “ProSceniUm”

Eventi Cultura e Spettacolo Assisi Città

Assisi, splendido connubio di musica e solidarietà per “ProSceniUm”

Redazione cultura
Condividi

ASSISI – Sarà il teatro Lyrick di Assisi a ospitare il prossimo 27 ottobre (ore 21.00) la prima edizione di “ProSceniUm – Festival della Canzone d’Autore“, evento che vedrà protagonista un connubio di musica e solidarietà. Undici i concorrenti provenienti da altrettante città italiane (Carrara, Montesilvano, Bologna, Forlì, Faenza, Lecce, Napoli, Foggia, Caserta, Grosseto, Reggio Calabria, Pavia) che si esibiranno dal vivo con un brano inedito, accompagnati da un’orchestra ritmo-sinfonica composta da trenta elementi.

Il concorso per giovani talentuosi, presentato da Alessandro Greco, vedrà in giuria artisti come la cantante Barbara Cola, l’imitatore e cantante Antonio Mezzancella, il tenore Frate Alessandro Giacomo Brustenghi, il direttore ed ideatore di “All Music Italia”, Massimiliano Longo, il paroliere di Renato Zero, Vincenzo Incenzo, il protagonista del Musical di Riccardo Cocciante “Notre Dame de Paris”, Vittorio Matteucci, Orion Pico Plaja, ballerino spagnolo protagonista dell’edizione di quest’anno della trasmissione televisiva di Canale 5 “Amici” di Maria De Filippi. Tra gli ospiti l’ex iena ed inviato di “Quelli che… dopo il tg” di Rai 2, Mauro Casciari, e Leonardo Cenci, presidente dell’associazione Avanti Tutta onlus che da sei anni combatte contro un cancro inguaribile. Il Festival è ideato ed organizzato dell’Associazione “ProSceniUm – Progetto Scenico Umbro”, fondata dagli umbri Roberto Lipari e Loredana Torresi (direttori artistici), Gianni Marcantonini e Federico Castagner (direttori di produzione), Andrea Vitali e Niccolò Borghi (performer). La direzione musicale sarà curata da Paolo Ciacci, titolare della cattedra di “Strumentazione e composizione per orchestra di fiati” presso il Conservatorio “Morlacchi” di Perugia. Obiettivo del Festival è quello di scoprire cantautori emergenti promuovendo, allo stesso tempo, il territorio umbro. Proprio per questo motivo ProSceniUm ha il patrocinio della
Regione Umbria, della Provincia di Perugia, della Città di Assisi, della Camera di Commercio di Perugia e della CNA Umbria, enti ed associazioni di categoria che hanno creduto in questo progetto.

La manifestazione verrà articolata in due momenti diversi con la gara di sabato 27 ottobre sul palco del Lyrick e il “Dopo Festival” di domenica 28 ottobre, presso il Centro Commerciale di Collestrada, partner ufficiale del Festival, dove i cantanti riproporranno i propri brani live sulle basi delle loro canzoni.

I finalisti – Ottanta sono stati gli iscritti alle selezioni ma solo undici sono i fortunati finalisti. Si spazierà così dalle divertenti note dell’elettro swing della cantante “Diorhà” (ovvero Angela Pinto di Foggia) o dell’originalissimo ” Giropuntina” (Domenico Desantis, residente a Lecce ma nato a Foggia), a quelle ricercate e alternative dell’indie/pop sperimentale del duo “Iza&Sara” (rispettivamente Elisa Babini di Forlì e Sara Valgimigli di Faenza). E poi ancora atmosfere sagaci e pungenti, tipicamente “buscaglioniane”, dell’eclettico Dino Simone (residente a Grosseto ma nato a Sannicola in provincia di Lecce), che si contrapporranno alle note e alla poesia della giovane cantautrice abruzzese Rebecca Pecoriello (in arte “Rebecca”, residente a Montesilvano e nata a Pescara). Il più attuale tra i pop italiani, perfettamente rappresentato da Erica Salvetti di Carrara e Alessandro Lucca di Pavia, farà energicamente eco al più classico e tradizionale stile delle melodie tipicamente italiane delle canzoni di Antonello Condoluci (residente a Rosarno ma nato a Polistena, in provincia di Reggio Calabria) e di Cristina Cafiero di Napoli. Presenti anche cantanti alle loro prime vere e importanti esperienze, come la diciassettenne Fabiola Colelli, in arte “Fabì” (residente a Orta di Atella a Caserta ma nata a Nola), che si alterneranno a più navigati e solidi artisti, come il già affermato performer attore e cantante Stefano Colli di Bologna.

I riconoscimenti previsti dal Festival – Premio “Miglior canzone” (vincitore assoluto), sarà assegnato dai cantanti in gara e dalla giuria di qualità. Il premio è stato realizzato da Stefania Rosichetti, artista umbra che ha già all’attivo numerose mostre collettive e personali; Premio UNICREDIT “Miglior testo”, sarà assegnato da Vincenzo Incenzo; Premio SATIRI AUTO “Migliore musica”, sarà assegnato dai maestri orchestrali; Premio Centro Commerciale Collestrada, sarà assegnato dal pubblico presente in sala. Le votazioni di questo premio avverranno, tramite smartphone, da parte degli spettatori
presenti in sala, la sera di sabato 27 ottobre, durante lo svolgimento del Festival. Il risultato sarà tuttavia reso noto solo il giorno dopo, in occasione della manifestazione denominata “Dopo Festival” che si terrà presso il Centro Commerciale più grande dell’Umbria (Collestrada) e durante la quale i cantanti avranno l’opportunità di esibirsi nuovamente; Premio Radio Subasio, sarà assegnato da una giuria composta dagli speaker di Radio Subasio, una tra le emittenti più ascoltate di tutto il territorio italiano.

Inoltre, a ogni edizione, l’organizzazione del Festival assegnerà il premio di solidarietà “Canticum” (in denaro) ad una associazione non lucrativa di utilità sociale (Onlus) che, abbracciando totalmente lo spirito e la Dottrina francescana, abbia in qualsiasi modo sostenuto e perorato progetti umanitari o socialmente utili. Per l’edizione 2018, il premio è stato assegnato ad “Avanti tutta” di Leonardo Cenci con la seguente motivazione: “Per aver dato dignità ai malati di cancro promuovendo la pratica sportiva nei protocolli di terapia e per aver perseguito una campagna di solidarietà finalizzata all’acquisto di materiale per il Reparto di Oncologia dell’Ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia”. Leonardo Cenci nel corso della serata parlerà del suo libro “Vivi, Ama,Corri. Avanti Tutta!”. Presente anche il presidente onorario dell’associazione, Mauro Casciari. Su questo premio la famiglia Minelli di Birra Flea ha deciso di apporre il proprio sigillo donando un assegno di 3.000 euro.

Biglietti in prevendita su circuito Ticketitalia.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere