martedì 4 Ottobre 2022 - 06:30
15.4 C
Rome
- Pubblicità -spot_img

Assisi, alla Mignini-Petrini scatta lo stato di agitazione: riduzione dei volumi e indebolimento commerciale

In particolare, i rappresentati degli operai segnalano come l’ultima richiesta di incontro inviata ai dirigenti aziendali risalga a fine agosto, anche se non si è mai avuta risposta

ASSISI – I problemi sono legati alla riduzione dei volumi alle ferie forzate e all’indebolimento commerciale. La denuncia arriva dalla Flai-Cgil, Uila-Uil e da tutti i lavoratori del sito umbro della Magnini-Petrini, che si trova ad Assi e occupa ottanta persone. Loro martedì si sono riunite nella doppia assemblea dando l’ok ai sindacato per lo stato di agitazione, messo in campo a fronte della grande preoccupazione per il futuro produttivo e occupazionale dello stabilimento. In particolare, i rappresentati degli operai segnalano come l’ultima richiesta di incontro inviata ai dirigenti aziendali risalga a fine agosto, anche se non si è mai avuta risposta, motivo per cui i sindacalisti ritengono “insufficienti le relazioni sindacali a causa della quasi assenza dei manager aziendali, che mancano di confrontarsi su questione diventate drammaticamente urgenti”.

 

- Pubblicità -spot_img

More articles

Ultime Notizie

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

Ultima Ora

[hungryfeed url="http://www.agi.it/cronaca/rss" feed_fields="title" item_fields="title,date" link_item_title="0" max_items="10" date_format="H:i" template="1"]