CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Asili nido e scuole materne restano chiuse, il Consiglio di Stato accoglie il ricorso della Regione

EVIDENZA Perugia Terni

Asili nido e scuole materne restano chiuse, il Consiglio di Stato accoglie il ricorso della Regione

Redazione
Condividi

Un asilo nido

PERUGIA – Non si cambia, nonostante proteste e ricorsi. E tutto questo nonostante la decisione del Tar dell’Umbria che aveva parzialmente accolto il ricorso di alcuni genitori, dando il via alla riapertura di nidi e materne che soltanto alcuni Comuni avevano previsto per mercoledì. Il motivo? A tempo di record, il Consiglio di Stato ha accolto il ricorso della Regione Umbria e conferma la chiusura di asili nido e scuole materne fino al 21 febbraio, così come previsto dall’ordinanza della presidente Tesei che ha istituito dall’8 febbraio scorso la zona rossa rafforzata in tutta la provincia di Perugia e in alcuni comuni del Ternano.

Motivo Tra le altre cose, nel provvedimento della Terza Sezione viene evidenziato anche che “il 5 febbraio 2021 la stessa cabina di regia, riscontrata la presenza sul territorio di varianti del virus (cosiddette varianti inglese e brasiliana) raccomandava ulteriori misure restrittive, estensibili anche alla scuola per l’infanzia e ai nidi, nella provincia di Perugia e nei comuni della provincia di Terni dove vi erano evidenze dell’agente patogeno “con mutazione”.  Per il presidente della Terza Sezione, Franco Frattini “a seguito di tale indicazioni scientifiche, e della classificazione come “zona rossa rafforzata” del territorio perugino, appare coerente – con la assoluta necessaria precauzione rispetto al contagio e alla necessità di non interrompere il piano vaccinale – la misura di sospendere fino al 21 febbraio 2021 anche i servizi scolastici per l’infanzia”. Partita chiusa? Per il momento sì.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere