CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Città’ di Castello, 45enne prima accusato di stupro ma e poi viene prosciolto

EVIDENZA Alta Umbria

Città’ di Castello, 45enne prima accusato di stupro ma e poi viene prosciolto

Redazione
Condividi
L'ingresso del tribunale di Perugia
L'ingresso del tribunale di Perugia

CITTA’ DI CASTELLO – Andata e ritorno all’inferno. Un 45enne tifernate è stato prosciolto dalle accuse di stupro e tentato omicidio. L’uomo finì ai domiciliari e poi sotto accusa perche lo aveva denunciato una donna di 29 anni originaria dell’Est Europa. Giovedì mattina il pm ha chiesto e ottenuto per lui il non luogo a procedere dopo la ritrattazione della sua accusatrice. La donna ha infatti confessato di essersi inventata le violenze sessuali perché costretta a farlo dal marito che la maltrattava da anni e la minacciava di morte. La donna ha anche spiegato che si buttò sotto l’auto dell’imputato, ora prosciolto, per simulare un tentato omicidio. La 29enne è a sua volta parte civile nel processo per maltrattamenti a carico del marito, che inizierà la prossima settimana. La notizia è riportata da alcuni quotidiani locali.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere