CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Anche The Guardian, The Telegraph e Daily Mail dicono: “Andate in vacanza in Umbria”

Cultura e Spettacolo Regione

Anche The Guardian, The Telegraph e Daily Mail dicono: “Andate in vacanza in Umbria”

Redazione cultura
Condividi
Lo spot per l'Umbria
Lo spot per l'Umbria

PERUGIA – Non solo gli spot che stanno passando copiosi sulle televisioni nazionali. Anche i media internazionali stanno facendo una grande promozione all’Umbria. Dal The Thelegraph al The Daily Mail fino al The Guardian che ha addirittura inserito la Via di Francesco in un quiz sui cammini famosi insieme al più blasonato Cammino di Santiago. Quotidiani di prestigio internazionale – The Guardian ha persino vinto più volte il premio Pulitzer –  stanno promuovendo la regione come meta ideale per le vacanze estive.

Non è la prima volta, è vero, che i giornali inglesi promuovono l’Umbria, ne abbiamo parlato spesso anche noi, ma certo, la promozione che arriva in questo momento difficile ha un sapore particolare è più bello.

Daily Mail. Il popolare tabloid briannico Daily Mail nel suo ultimo articolo recensisce il Cammino di Francesco, definendolo come una meta ideale per chi cerca pace e serenità: ” Camminavamo per ore ogni giorno, vedendo a malapena un’anima, sentendoci esploratori, persino pionieri. A volte l’unico segno che non eravamo soli al mondo era la strana impronta nella polvere. Durante tutta la settimana abbiamo incontrato solo una manciata di persone – austriaci e olandesi – anche se quando ci siamo incontrati di nuovo in punti casuali lungo la strada, ci siamo salutati come amici perduti da tempo”.

Ne illustra le bellezze e la facilità di memorizzazione dei luoghi: “Attraversi una varietà di terreni. ripide colline, vallate boscose, riserve naturali, dolci terreni agricoli con vigneti e uliveti.Ma i rigori ne valgono la pena. I panorami sono spettacolari, le vecchie parti assonnate dei villaggi sulla collina sembrano senza tempo, i fiori selvatici sono meravigliosi. Tutto sembra lussureggiante e fertile.  Ci sono rievocazioni dell’antica Roma, come la Via Salaria (la via del sale) e i Colli Sabini (le cui donne furono notoriamente rapite dai soldati romani). E puoi individuare i resti di conflitti medievali, come mura difensive e torri di avvistamento.Imparerai rapidamente perché molti dei nomi dei luoghi che stai andando iniziano con la parola “monte”, italiano per montagna”

E non manca un accenno al cibo: “E alla fine di una lunga camminata, gli agriturismi e i B&B sono caldi e accoglienti. Un proprietario, quando eravamo in ritardo, in realtà è venuto a cercarci. I grandi piatti di pasta che ci hanno dato non sono mai stati così ben conservati. I miei preferiti sono venuti con tartufi neri, burro e salvia”.

The Telegraph. Pochi giorni fa era stato The Telegraph, uno dei più antichi quotidiani al mondo, a promuovere la Regione: “Perchè l’Umbria dovrebbe essere la prima meta da visitare dopo i lockdown”, scrive il quotidiano. Un cronista racconta il viaggio enogastronomico fatto in Umbria lo scorso anno fra locali tipici ed enoteche di livello. E dice: “Venti anni fa gran parte  dell’Umbria  era sconosciuta a tutti, tranne ai più ardenti italofili. Una piccola regione senza sbocco sul mare, è stata oscurata dal suo vicino più grande, la  Toscana. Ma l’Umbria ha sempre avuto gli ingredienti per essere popolare. Gli stessi meravigliosi paesaggi pastorali della Toscana, alcune montagne spettacolari; una dozzina di città collinari piene di superba arte e architettura, innumerevoli villaggi assonnati e affascinanti. E poi cibo, vino e festival caratteristici”. Tracciando a grandi linee un percorso: “Assisi, affollata di pellegrini sulle tracce di San Francesco, Spoleto, un’esca tutto l’anno ma soprattutto durante il suo festival estivo di livello mondiale. Perugia, capoluogo della regione, grande, affollata e servita da compagnie low cost; Orvieto e la sua impareggiabile cattedrale, una stazione di passaggio per i visitatori tra Roma e Firenze. Quindi Todi e Città di Castello, due obiettivi sempre più chic per chi è in vacanza in villa sulle colline circostanti”.

L’Italia. Tutto questo senza dimenticare che anche le testate di casa nostra hanno dedicato speciali sulle possibilità di trascorrere una vacanza in Umbria in totale sicurezza e relax: IO Donna Settimanale del Corriere della Sera dedica uno speciale alla Ex Ferrovia Spoleto-Norcia, Linea Blu su Rai Uno e Sky hanno mandato in onda un lungo servizio sulla Cascata delle Marmore e la Valnerina. Una bella ‘vetrina’ per l’Umbria che per gran parte è stata costruita grazie al lavoro della squadra di Sviluppumbria che ha messo in campo conoscenze e competenze.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere